Ancona, 64enne muore investito da un treno: Ipotesi suicidio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:55

Numerosi i disagi sulla linea ferroviaria in seguito all’incidente, di cui restano ancora da chiarire numerosi punti rimasti senza risposta.

Uomo investito
Uomo investito da treno (Facebook)

Un uomo di 64 anni è morto dopo essere stato investito da un treno. Il fatto ha avuto luogo nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Torrette di Ancona. Il treno regionale, ha travolto in pieno l’uomo, non lasciandogli alcuna speranza. La Polizia Ferroviaria, al momento ha avviato tutte le indagini del caso, per stabilire se si sia effettivamente trattato di incidente o se l’episodio non sia stato il tragico epilogo di un tentativo di suicidio.

Nei momenti successivi all’impatto, la circolazione ferroviaria in zona ha chiaramente subito dei consistenti rallentamenti, con inoltre l’immediata sospensione nelle prime fasi del ritrovamento. Con il passare dei minuti ed il velocizzarsi delle attività di rimozione del corpo dai binari, la circolazione è lentamente ripresa, con alcuni rallentamenti soltanto in prossimità del luogo dell’incidente. Le indagini proseguono e chiariranno cosa è realmente successo su quel binario.

Ancona, uomo investito: Ancora una stazione ferroviaria al centro della cronaca

Uomo investito da treno Ancona
Uomo investito da treno Ancona (Leggo)

Ancora una volta una stazione ferroviaria al centro delle cronache quotidiane. Pochi giorni fa un terribile atto d violenza si è consumato su una delle banchine della stazione Tiburtina di Roma, protagonisti un uomo ed un ragazzo. Un contatto fortuito, involontario, per niente causato da qualsivoglia attrito, ha generato nell’uomo una violente ed inspiegabile reazione, al punto di prendere a coltellate il ragazzo, sorpreso dalla enorme aggressività dell’uomo.

Il ragazzo non ha rischiato la vita e l’uomo è stato fermato dalle forza dell’ordine, per una vicenda che lascia tanto stupore proprio perchè assolutamente ingiustificata e priva di qualsiasi principio di logica. E’ l’onda violenta che probabilmente sta investendo il nostro paese negli ultimi mesi, forse anni. Aggressioni su aggressioni, ferimenti, uccisioni. Di fondo una spietata violenza, alimentata da chissà quale fattore specifico.

I fatti di Roma, e precedentemente altre storie, insensate di violenza, caratterizzano sempre di più le cronache quotidiane. Lasciano, inoltre,  nell’opinione pubblica tanto sgomento ed una paura di fondo difficile da comprendere ma allo stesso tempo anche difficile da ignorare.