Coronavirus, De Luca contro la movida “Cosi ci facciamo male”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19

Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha mostrato in un suo intervento le immagini di una festa dichiarata poco sicura.

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca (Facebook)

Vincenzo De Luca, governatore della Campania, torna a tuonare contro gli assembramenti ingiustificati e poco sicuri. Nella giornata di ieri, l’ex sindaco di Salerno, ha mostrato in diretta alcune immagini riguardanti feste tra ragazzi svoltesi in centro a Napoli. L’assoluta noncuranza di determinate forme di prevenzione ha fatto sbottare il presidente, che ha poi dichiarato il numero di positivi derivante da quella festa, ben trenta.

De Luca ha inoltre dichiarato che di questo passo si rischia seriamente di farsi del male, di farsi travolgere dal virus, che in occasioni come questa, senza alcuna prevenzione e senza rispetto delle regole imposte, prolifera e diventa sempre più pericoloso. Le feste in città sono una delle o comunque in generale la movida sono i bersagli preferiti dallo “sceriffo” campano, convinto della necessità di tenere certi eventi sotto controllo.

Coronavirus, Campania tra divieti ed rischio chiusura

Movida
Movida (Facebook)

Sono infatti già molte le ordinanze ufficializzate nei giorni scorsi dalla regione Campania in ambito di prevenzione dal rischio contagio da Covid 19. La prima discussa normativa ha riguardato l’obbligo di mascherina anche all’aperto, norma che ha riguardato di fatto molte città e regioni nei giorni successivi, l’ultimo caso è quello del Lazio, con Zingaretti che ha imposto nella giornata di ieri l’utilizzo della mascherina anche all’aperto.

Altro divieto, che ha fatto ancora più discutere in Campania, è quello riguardante la possibilità di servire alcolici non al banco, per il quale è imposta la cessata vendita entro le ore 22. Altri divieti sono arrivati per i banchetti delle più comuni feste religiose, con non più di 20 partecipanti per cerimonia. Regole che hanno ovviamente fatto storcere il naso oltre che hai protagonisti delle eventuali feste anche ai gestori dei locali.

Le misure di De Luca, tendono a preservare l’incolumità dei cittadini campani attraverso norme spesso impopolari, ma secondo le intenzioni della regione, utili a contenere i danni. Spesso tali norme non sono condivise dai cittadini che iniziano a lamentarsi praticamente di ogni tipo di restrizione imposta. Chi avrà ragione alla fine?