Terapia ormonale, l’Italia ad una svolta: si cambia sesso gratis

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:13

Da oggi, le cure per il cambio di sesso saranno gratuite, accessibili quindi a tutti , una svolta storica per il nostro paese

Iniezioni ormonali
Iniezioni ormonali (Facebook)

Da oggi, le iniezioni di dosi di ormoni per le persone trans, intenzionati a percorrere l’iter del cambio di sesso saranno gratuito su tutto il territorio nazionale. La misura, anticipata dalla regione Emilia Romagna nei giorni scorsi, sarà in vigore su tutto il territorio italiano, consentendo, finalmente, alle persone proiettate ad intraprendere questo tipo di terapia di avere a disposizione trattamenti e applicazioni senza ricorrere ad insostenibili spese.

Fino a ieri, scegliere di intraprendere questo determinato percorso, significava non solo intraprendere un cammino intenso e stressante, ma inoltre voleva spesso dire sostenere enormi spese, farsi carico di impegni nella maggior parte dei casi enormemente dispendiosi. Da oggi con questo enorme passo in avanti sotto il punto di vista dei diritti civili, l’Italia scrive una pagina storica per la sua recente storia.

Terapia ormonale gratuita, le reazioni

Stefano Bonaccini
Stefano Bonaccini (Facebook)

L’Emilia Romagna di Stefano Bonaccini, ha fatto da pioniere per questa norma di assoluto valore civico, sociale e morale. Grande entusiasmo anche tra gli ambienti Lgbt. Il Movimento di Identità trans, applaude all’iniziativa del Governo, sottolineando quanto si sia fatto negli ultimi tempi, e quanto sia stato utile da una parte lottare per i propri diritti, e dall’altro trattare con le istituzioni in maniera onesta e decisa.

I farmaci da oggi erogabili dal sistema sanitario nazionale per il percorso di cambio di sesso saranno i seguenti: Testosterone, Triptorelina, Spironolattone, Leurprolide, Estradiolo, Emiidrato, Estradiolo valerato e Ciproterone. In questa fase la legge riconoscerà supporto psicologico e assistenza medica di qualsiasi genere le persone che non si riconoscono nel sesso biologico attribuito alla nascita.

Successivamente, qualora gli interessati desiderino proseguire con l’iter si passerà al cambio di sesso prima anagrafico e poi di fatto anatomico. Tale intervento concordato con tutte le indicazioni e preparazioni del caso sarà sostenuto presso centri specifici, dopo un intenso percorso di cure ormonali e particolari fasi preparatorie. Una enorme pagina di progresso scritta quest’oggi in un epoca tormentata ancora da conflitti umani legati alla diversità.