Incidente provocato da cinghiali sulla A26: muoiono due calciatori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:02

Sulla A 26, altezza del casello Romagnano-Ghemme, dei cinghiali scesi in strada hanno provocato un fatale incidente per due ragazzi.

Incidente provocato da cinghiali sulla A26: muoiono due calciatori
Simonluca Agazzone e Matteo Ravetto (Fonte foto: web)

Agazzone e Ravetto, 39 anni il primo, 32 il secondo, sono morti in un incidente accaduto nella scorsa notte, poco prima del casello Romagnano-Ghemme. I due, erano diretti a Gravellona Toce e viaggiavano sulla A 26.

L’auto, ha investito due grossi cinghiali, finendo fuori pista. Simonluca Agazzone, aveva anche vestito le maglie delle giovanili di Milan e Spal, mentre Matteo Ravetto aveva giocato in Serie C e Serie D.

Incidente nel novarese: in gravi condizioni l’amico che viaggiava con loro

L’auto su cui viaggiavano i calciatori (Fonte foto: web)

Tragedia al km 139, nei pressi del casello Romagnano-Ghemme, nei pressi di Novara. Vittime, due giovani, Simonluca Agazzone e Matteo Ravetto, calciatori di 39 e 32 anni. Con loro, viaggiava anche un amico, che versa in condizioni gravi. L’auto, ha investito due animali di grossa taglia che probabilmente avevano invaso le carreggiate, approfittando di un breve tratto dove non c’è presenza di guard rail.

Agazzone, cresciuto nelle giovanili del Milan, aveva fatto il suo ingresso nel professionismo con la Spal, che all’epoca giocava in Serie C. Negli anni, ha indossato poi le maglie di Monza, Spezia, Carrarese, Novara e Legnano. Per il più giovane, Ravetto, tanta gavetta nelle serie minori, aveva giocato con le maglie di Biellese, Casale, Borgosesia, quest’anno, avrebbe giocato con il Carpignano. Entrambi, erano centrocampisti.

Strade italiane, che non sono state amiche nemmeno ad un soccorritore di ambulanza, morto a soli 40 anni per un incidente in moto, proprio nelle scorse ore. Secondo le prime ricostruzioni della Polstrada di Romagnano, l’auto su cui i due calciatori ed il loro amico viaggiavano, avrebbe sbandato per tentare di evitare gli animali giunti improvvisamente davanti ai loro occhi, finendo quindi fuori strada. sul luogo dell’accaduto, si sono presentati tempestivamente, uomini del 118 e vigili del fuoco del Comando provinciale di Novara. A nulla, però, sono valsi i soccorsi per loro due. Il loro amico, è ancora ricoverato in gravi condizioni.