“Alessandro Haber è morto”, il finto tweet sulla sua morte scatena la polemica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

Alessandro Haber, quel finto tweet sulla sua morte ha fatto il giro del web e scatenato le reazioni degli utenti social.

Alessandro Haber (fonte Instagram @alessandrohaber)
Alessandro Haber (fonte Instagram @alessandrohaber)

A rendere la notizia ancora più vera, il fatto che il tweet è partito dall’account ufficiale di Rai 2 in cui con grande rammarico si annunciava la perdita dell’attore.

L’annuncio è avvenuto mentre in tv andava la puntata di Maledetti amici miei, seguita da spezzoni in cui era presente Haber per commemorarlo.

Ma dopo questo teatrino, la Rai ha chiarito che l’attore era vivo e vegeto, ma era vittima di uno scherzo dei suo colleghi.

Il tweet sulla sua morte, in ogni caso, era estremamente veritiero e in tantissimi hanno creduto alla notizia.

Ecco cosa si leggeva: “È morto Alessandro Haber. L’attore si spegne all’età di 72 anni negli studi Voxson di Roma durante la puntata di Maledetti Amici Miei“.

Nonostante lo scherzo sia stato rivelato subito, non tutti hanno apprezzato il gesto trovandolo macabro e di cattivo gusto.

Alessandro Haber e il giallo sul finto tweet che ne annunciava la morte

Tweet di Rai 2 (fonte Twitter @rai2)
Tweet di Rai 2 (fonte Twitter @rai2)

Il primo fra tutti a muovere una pesante accusa sull’annuncio è stato Gancarlo Leone, ex dirigente Rai di lungo corso, dal 1983 al 2016.

L’ex dirigente ha scritto che è stato uno scherzo di pessimo gusto e che vestirla come una notizia vera ha reso il tutto ancora più incredibile.

Anche altri utenti social non hanno apprezzato il lato comico della faccenda, qualcuno ha scritto che non è lecito scherzare con la morte, altri hanno sostenuto che Rai 2 si è abbassata a tanto per far risalire gli ascolti del programma.

Alcuni utenti social, però, hanno apprezzato subito l’ironia, capendo che si trattasse di uno scherzo, elogiandone la forza comica e l’inventiva.

Tanto che qualcuno ha paragonato lo stile a quello di “amici miei” di Monnicelli e altri hanno scritto che lo scherzo era stato fatto talmente tanto bene che è per questo che ha attirato così tante critiche perché le persone ci sono cascate con tutte le scarpe.

Del resto Alessandro Haber è sempre stato un grande burlone e non poteva far altro che prestarsi a una beffa di questo tipo.