Roberta Ragusa, il marito chiede a Sara di sposarlo, lei: “voglio un figlio, ma se poi torna?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:24

Antonio Logli vuole sposare Sara e glielo manda a dire dal carcere. Lei risponde di volere un figlio e di volere bene a Roberta Ragusa.

Non si sa se ridere o piangere. Sara Calzolaio era l’amante del marito di Roberta Ragusa all’epoca della scomparsa della donna, poi è diventata fidanzata ufficiale di Antonio Logli con tanto di approvazione dei figli di lui. Ma poi per l’uomo si sono aperte le porte del carcere.

Oggi l’amore con Sara continua, anzi, cresce ancora di più perché – a rivelarlo al settimanale Giallo è la stessa Sara – Logli le ha chiesto di sposarlo, e lo ha fatto in carcere durante una visita familiare, con tanto di anello improvvisato di plastica, di quelli che fermano il tappo delle bottigliette.

“Antonio mi ha chiesto di sposarlo in carcere. Io vorrei un figlio” – ha detto Sara Calzolaio, 37 anni a fronte dei 57 di Logli. Il suo compagno è recluso n carcere dal 10 luglio per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa, a San Giuliano Terme (Siena): il dramma risale al 2012 . “Abbiamo abbracciato da un paio d’anni la dottrina della Chiesa Evangelica, che non ammette la convivenza. Quindi oltre al forte sentimento che ci induce a fare quel passo, avvertiamo anche l’esigenza di regolarizzarci davanti a Dio”.

Insomma per Logli e Calzolaio, non c’è nulla di più importante di un matrimonio, poco importa se Roberta Ragusa non si sia mai trovata e potrebbe addirittura tornare da un momento all’altro – ipotesi molto improbabile ma che ufficialmente non si può scartare del tutto.

Roberta Ragusa, il marito chiede a Sara di sposarlo, lei: “voglio bene a Roberta”

Oggi la morte di Roberta Ragusa, nonostante non si sia mai trovato il suo cadavere, è stata ufficializzata dall’anagrafe di San Giuliano: Roberta non esiste più per loro, dunque il marito può risposarsi tranquillamente. Sara e Antonio convivono dal 2013 nella villa dove Roberta viveva con il marito e i due figli A. e D. Oggi quella villa la possiede Sara, e si prende cura lei dei figli. Da impiegata di scuola guida a padrona di casa Logli-Ragusa.

Sara è stata molto criticata dall’opinione pubblica dopo la scomparsa di Roberta e la storia con Logli che diventava ancora di più alla luce del sole. “Riconosco di aver fatto solo uno sbaglio – ammette la Calzolaio – quello di non aver valutato la situazione di partenza di Antonio e quelle che sarebbero potute essere le conseguenze“.

Antonio Logli in carcere sta scrivendo un’autobiografia, presto presenterà una richiesta di revisione della sentenza che lo ha condannato a 20 anni di reclusione. Sara ripensa alla Ragusa: “Roberta? Ho un bel ricordo di lei, le voglio bene e spero che stia bene”. “Se tornasse non ho idea di cosa le direi”.