Preso a calci e pugni, non dice nulla a nessuno e muore poco dopo: VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:54

Era stato aggredito in mezzo alla strada, aveva picchiato violentemente la testa ma non aveva avvisato nessuno. Poi è morto.

Onofrio Coppolecchia ha voluto stare zitto alla fine, come di solito si usa negli ambienti malavitosi. Ma il suo silenzio gli è costata la vita e non ha salvato il suo aguzzino dal carcere. Non è servito a nulla non parlare. Perché se al Pronto soccorso avesse detto subito dell’aggressione subìta per strada e della caduta, conseguenza di una spinta violenta, forse avrebbero potuto salvarlo.

Onofrio Coppolecchia aveva soli 53 anni, e probabilmente è stato vittima di un agguato di stampo mafioso: una vendetta, uno sgarro a qualcuno. Tutto è successo nel quartiere San Paolo di Bari. Il suo aggressore, Carlo Tisti, 26 anni, è stato individuato poco dopo l’inseguimento e la spinta. A guardare bene le immagini, non sembra che il Tisti volesse uccidere Coppolecchia: non ci sono armi, solo due braccia che spingono il 53enne a terra dopo averlo preso a pugni e soprattutto a calci. Doveva essere una lezione, presumibilmente. Che si è traformata in tragedia.

Preso a calci e pugni, non dice nulla a nessuno: nemmeno al pronto soccorso

la caduta fatale

Coppolecchia era riuscito dopo la caduta a rialzarsi e a recarsi con le proprie gambe al Pronto soccorso. “Mi sento poco bene” ha detto ai sanitari ma ha raccontato di essere caduto da solo, non di essere stato picchiato. Forse il trauma cranico poteva essere individuato prima.

L’uomo aveva un’emorragia cerebrale in corso, dovuta alla violenta testata sull’asfalto. E’ entrato in coma ma è morto tre giorni dopo l’aggressione. Il suo aggressore è stato riconosciuto grazie alle telecamere di sorveglianza, nonostante fosse coperto da una mascherina, un paio di guanti e un cappellino. Essendo però pregiudicato, i militari sono arrivati molto presto a lui e lo hanno arrestato.

Preso a calci e pugni, non dice nulla a nessuno e muore poco dopo, il VIDEO drammatico dell’aggressione

(Sconsigliato alle persone sensibili)

LEGGI ANCHE -> Omicidio Willy, i genitori perdonano i Bianchi, il web li massacra: che commenti!

LEGGI ANCHE -> Pugile uccide a pugni la moglie e il bambino che portava in grembo