Allarme a Ostia: chiuso d’urgenza stabilimento balneare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:27

Chiuso uno stabilimento balneare sul litorale romano di Ostia. La decisione è stata presa per un allarme partito dopo una festa.

Allarme Covid in uno stabilimento balneare di Ostia, sul litorale romano più frequentato dai giovani della Capitale. Chiuso “La Spiaggia”, si trova sul Lungomare Amerigo Vespucci. E’ uno dei posti più frequentati dela zona.

Lo stabilimento è stato chiuso perché a Ferragosto è stata organizzata una festa sulla spiaggia alla quale ha partecipato un gruppo di otto ragazzi di Ostia, tra i 20 e i 25 anni, amici tra loro, e tutti positivi al momento del party.

I ragazzi, qualche giorno prima (l’11 e il 12 agosto), erano andati tutti insieme a fare una breve vacanza a Mirabilandia. Uno di loro, il primo a scoprire la positività, aveva fatto un tampone per essere precedentemente entrato in contatto con un altro ragazzo positivo a Rimini.

Gli altri sette hanno eseguito il tampone successivamente alla positività del loro amico. Ma il 15 agosto era già passato. Uno dei ragazzi ha raccontato che alla festa di Ferragosto hanno partecipato numerose persone, tutte senza mascherina.

È stata quindi disposta l’ordinanza di chiusura dello stabilimento, in attesa che tutto il personale faccia il tampone. È stato inoltre richiesto l’elenco di tutti i clienti dello stabilimento (dagli abbonati ai giornalieri) e dei partecipanti all’evento di Ferragosto.

Allarme coronavirus a Ostia, chiuso d’urgenza stabilimento balneare: nel Lazio contagi in aumento

Sale ancora il numero dei contagi in Italia: i mille sono ad un passo. Oggi 947 nuovi casi e 9 morti. Secondo i calcoli della Fondazione Gimbe i contagiati in Italia sono aumentati di oltre il 140% nell’ultimo mese. Il confronto è con i  3.399 nuovi casi rilevati dal 12 al 18 agosto contro i 1.408 della settimana fra il 15 e il 21 luglio.

“Oggi nel Lazio si registrano 137 casi e un decesso – annuncia l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato -. Di questi oltre la metà sono casi di rientro e oltre il 35% dai rientri dalla Sardegna”.

E’ ancora in crescita il numero dei nuovi positivi anche in Lombardia: +174 rispetto ai +154 di ieri. Sei le vittime del Covid nelle ultime 24 ore (ieri erano state 2). Il numero dei positivi fa riferimento a 10.703 tamponi, ieri erano stati di più (13.757).

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, contagi come prima del lockdown e più di mille focolai, ma è un bene

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, Roma come a maggio: focolaio in casa di cura e giovani rientrati dalle vacanze