Daniele Mondello, l’ultimo bacio a G.: in 15 giorni ha perso tutto e oggi accusa

Il grande dolore di Daniele Mondello, padre di G. i cui resti sono stati trovati ieri a poche centinaia di metri da quelli della mamma, Viviana Parisi. 

Il grande dolore di un padre. Un uomo, Daniele Mondello, che non ha mai alzato la voce nonostante il dramma che stava vivendo, un uomo che addirittura da una piccola parte della rete era stato accusato di essere l’assassino della moglie.

Un uomo disperato che quando ha parlato, lo ha fatto solo per chiedere aiuto, perché lo aiutassero a cercare sua moglie prima, e suo figlio G. poi.

Ieri lo sfogo dopo 16 giorni di ricerche frenetiche tra i boschi. Daniele Mondello ha baciato la bara in cui probabilmente ci sono i resti del figlio G., 4 anni. Le lacrime per l’ultimo sogno sfumato: ritrovare il figlio ancora vivo.

Per la certezza che sia proprio G. si dovrà attendere l’esame del DNA, ma l’età del corpo coinciderebbe con quella del bambino, come ha spiegato il procuratore di Patti Angelo Cavallo: “Si tratta di resti compatibili con un bambino di 3-4 anni, dobbiamo continuare a lavorare, abbiamo sempre pensato che il bambino si trovasse in questo posto, i fatti ci hanno purtroppo dato ragione. Per ora ci stringiamo di fronte a questa famiglia e questo bambino“.

Abbiamo sempre pensato che il bambino si trovasse in questo posto” – dice il procuratore. Eppure ci sono voluti 16 giorni per trovarlo, e a riuscirci è stato un carabiniere in pensione al suo primo giorno di ricerche: ci ha messo 5 ore a risolvere il dramma. E Daniele Mondello, accusa.

Daniele Mondello: l’ultimo bacio alla bara di G., lo sfogo su Facebook

 

Dopo le lacrime e l’ultimo bacio a G., Daniele Mondello trova il tempo per i doverosi ringraziamenti a chi lo ha aiutato ad affrontare questa tragedia. Ma non mancano le polemiche.

“Cinque ore di lavoro di un volontario rispetto a 15 giorni di 70 uomini esperti mi fanno sorgere dei dubbi oggettivi sui metodi adottati per le ricerche – ha scritto su Facebook.

“La mia – continua – non vuole essere una polemica, ma la semplice considerazione di un marito e padre distrutto per la perdita della propria famiglia”. “Nonostante il dramma che mi ha travolto – scrive trovo doveroso ringraziare quanti mi hanno aiutato. Dedico un ringraziamento particolare al Signore che ha trovato mio figlio. Se non ci foste stati voi, chissà se e quando lo avremmo ritrovato”. “Viviana e G. – conclude Daniele Mondello – vi ringraziano ed io vi mando un abbraccio enorme, siete stati grandi!”.

LEGGI ANCHE -> Bimbo morto a Modica, 21 mesi di vita, 11 mesi di botte: piangeva troppo

LEGGI ANCHE -> Sposa bambina venduta per 20 euro a un vecchio: “Le donne mi tenevano, lui mi stuprava”

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo