Boschi: “il contagio portato dagli italiani in Africa e non da loro coi barconi”

Si credeva ad una bufala e invece Maria Elena Boschi lo ha detto davvero, ed è convinta di ciò che afferma. La sua idea sull’immigrazione e i contagi.

Maria Elena Boschi contro il suo alleato Pd e contro tutti quelli che ritengono untori i migranti che sbarcano in Italia. L’ex ministro dell’Interno, Marco Minniti, aveva aveva detto con preoccupazione che secondo lui gli immigrati in questo periodo possono portare il coronavirus in Italia, accendendo nuovi pericolosi focolai.

Maria Elena Boschi, in un’intervista al Corriere della Sera, ha voluto dire la sua:Tecnicamente il coronavirus è stato esportato dagli italiani in Africa con gli aerei e non da loro con i barconi – la premessa dell’esponente di Italia viva.

La narrazione di Minniti spesso segue il canovaccio di quella di Salvini: è accaduto anche nel 2017-2018 […] Quello che è certo, però, è che i migranti debbono rispettare le regole sanitarie, quarantena compresa, al pari dei cittadini italiani”, ha concluso.

Dagospia ha riservato a quanto affermato dalla Boschi un titolo che non lascia spazio a incomprensioni: “Alla Boschi la frangetta nuoce al cervello”.

La Boschi, a dire il vero, si riferisce ad una notizia giunta dalla Nigeria. Il ministero della Salute africano aveva pubblicato il 27 febbraio 2020 – cinque mesi prima dell’intervista di Boschi – un comunicato ufficiale in cui si annunciava il «primo caso confermato di malattia da coronavirus in Nigeria», riscontrato in un cittadino italiano che due giorni prima aveva preso un volo da Milano a Lagos.

La notizia era stata divulgata il 28 febbraio dal sito web Open con il titolo «Abbiamo portato noi il coronavirus in Africa: è italiano il primo caso in Nigeria».

La verità è che il coronavirus aveva già fatto il suo ingresso nel Continente qualche giorno prima, il 14 febbraio 2020, lo scriveva l’Oms: il primo caso africano di malattia da coronavirus, è stato registrato in Egitto.

LEGGI ANCHE -> Faceva abusare i suoi figli piccoli in cambio di spicci: tra i clienti un carabiniere

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, 40enni gravissimi a Piacenza: violento come i primi giorni