Migranti, sbarchi moltiplicati, Lamorgese: “Situazione inaccettabile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:18

Il Viminale lancia l’allarme sulla situazione dei migranti, anche alla luce dell’emergenza sanitaria mondiale, che rende più difficile attuare le dovute misure precauzionali

Migranti
Fonte ANSA / ETTORE FERRARI

Sono giornate intense nell’estremo sud del Bel Paese alle prese con il continuo sbarco di migranti. Una situazione che ha mandato in tilt il sistema di accoglienza, così come ammesso anche dal Viminale, da cui sono arrivate delucidazioni in tal senso.

Una presa di coscienza della situazione mai così intricata: “Alla luce del quadro venutosi a creare, si sono generate delle difficoltà legate all’attuazione delle misure precauzionali sanitarie al momento dello sbarco. L’emergenza sanitaria ha naturalmente un impatto importante sulla disponibilità ad accogliere, anche quando i tamponi e i test sierologici risultano negativi”.

Sulla stessa lunghezza il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che ha avuto dei toni aspri a riguardo: “I continui arrivi sono diventati inaccettabili, stanno mandando al collasso l’isola di Lampedusa”.

Migranti, il punto della situazione in Sicilia

Migranti
Migranti arrivati in Sicilia (Fonte foto: Getty Images)

D’altronde i numeri parlano chiaro a riguardo. Nelle ultime 48 ore ci sono stati circa 23 sbarchi per un totale di 334 migranti. Una media di due arrivi e mezzo all’ora. L’allerta è alta visto che per forza di cose è impossibile gestire tutti. Soprattutto nelle regioni del Nord (dove spesso i migranti tentano di arrivare) sta tornando la paura per una possibile seconda ondata di contagi da covid-19 che potrebbe essere accentuata da coloro che arrivano in Italia affetti dal virus.

Al tempo stesso è bene sottolineare che il tasso di positività e abbastanza basso. Un aspetto importante che deve essere utile ad evitare l’aumento di ansie e preoccupazioni, che in una fase storica come questa sono lecitamente all’ordine del giorno.

Il governo sta cercando di attrezzarsi e l’obiettivo è quello di poter disporre nei prossimi giorni di due unità navali da utilizzare per il periodo di quarantena dei nuovi arrivati. A questo farà seguito la bonifica di un’area militare da destinare al periodo di isolamento fiduciario.

LEGGI ANCHE >>> Milano, migranti bloccano ladri in fuga: non tutti sono uguali

LEGGI ANCHE >>> Migranti, come essere illegali: istruzioni per superare i confini