L’uomo degli aperitivi ora sgrida Roma, Zingaretti: “irresponsabili”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:54

Il presidente della Regione Lazio e leader Pd, Nicola Zingaretti, si arrabbia con i laziali e soprattutto i romani perchè aumentano i casi di coronavirus per colpa di “atteggiamenti irresponsabili”.

 

Di fronte alle accuse di Zingaretti verso i laziali, verrebbe da dire: da che pulpito viene la predica”. Ma il leader Pd e governatore del Lazio ha capito bene la lezione, e ha pagato la sua spavalderia sulla propria pelle quando è stato a sua volta contagiato dal coronavirus.

E, proprio dopo quella terribile esperienza, ora cerca di mettere in guardia la sua Regione dagli atteggiamenti irresponsabili che lui stesso aveva tenuto quando ancora non si sapeva quanto fosse distruttivo il virus.

Nel Lazio aumentano i contagi e Zingaretti dice: “Colpa di atteggiamenti spavaldi e irresponsabili”. Appunto.

Nel Lazio, dopo gli ultimi 31 positivi registrati, anche il presidente della Regione invita a rispettare le disposizioni per il contenimento del contagio. “Atteggiamenti spavaldi e irresponsabili mettono a rischio la sicurezza degli altri”.

“Faccio un nuovo appello a tutti a rispettare le regole – continua Zingaretti – i contagi aumentano perché molti non le rispettano”. “Come diciamo da tempo – aggiunge – il virus è ancora in circolazione e abbassare la guardia ora è davvero sbagliato.

“Un grazie alle centinaia di operatori sanitari, Forze dell’ordine, Sindaci e amministratori che sono attivissimi a individuare i positivi e poi isolare i focolai. Ma questo non può bastare: bisogna continuare a usare la mascherina, mantenere la distanza di sicurezza e igienizzare mani e ambiente.

Regole che non sono complicateconclude il governatore laziale – ma sono fondamentali per tutelarci e per questo vanno osservate, altrimenti rischiamo di tornare indietro e bruciare tutti i sacrifici che abbiamo fatto in questi mesi”.

Aumentano i positivi nel Lazio, controlli su voli dall’estero

Coronavirus, aereo
Aereo (Fonte Pixabay)

Ad appellarsi al buon senso è anche l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, che ieri ha parlato di ‘calo della tensione’ che ha inevitabilmente prodotto un aumento dei casi e un abbassamento dell’età dei contagi.

Intanto è stato registrato un altro cluster familiare residente a Zagarolo e che potrebbe essere il caso indice dei due bambini del centro estivo e della cena alla pizzeria sulla Casilina.

Si tratta di una famiglia che avrebbe ospitato i due piccoli nei giorni passati. Controlli stringenti anche sui voli che vengono dall’estero: molti dei nuovi casi, infatti, sono di persone che provengono da altri paesi e che risultano positive una volta arrivate in Italia.

LEGGI ANCHE -> Migranti oggi sbarcano, Zingaretti: Bene! Salvini: E chi paga?

LEGGI ANCHE -> Gemelli uccisi dal padre: fortunata ad essere la vostra mamma