Rimasto senza lavoro non riusciva a pagare l’affitto: suicida padre di tre figli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:45

E’ almeno la ventiseiesima vittima della crisi economica nata con il coronavirus e il lockdown. Una statistica impietosa e famiglie disperate.

Una strage silenziosa. Sono almeno 26 i suicidi che l’Italia registra dall’inizio della crisi coronavirus. L’anno scorso negli stessi mesi erano stati quattordici. Segno inequivocabile che il lockdown c’entra eccome.

Ma difficilmente un suicidio fa tanto clamore. Il ministro Gualtieri in questi giorni è concentrato a scrivere il piano di rientro dell’Italia per i prestiti europei, ma nessuno fa i conti in tasca agli italiani. Meglio ridare i vitalizi agli ex parlamentari.

I bonus, la cassa integazione che nemmeno a tutti è arrivata, sono stati spiccioli per fare stare tranquilli gli italiani e non rischiare si innescasse una rivolta sociale, Di prestiti nemmeno a parlrne: governo e banche si sono rimbalzati le colpe alla faccia di chi ne aveva urgente bisogno.

E così c’è stato chi non ha retto alla ‘colpa’ e alla ‘vergogna’ di non potere più pagare l’affitto di casa o la scuola ai figli, e si è tolto la vita. L’ultima tragedia a Vigonza, nel padovano.

Un uomo si è tolto la vita in un momento di disperazione. Non lavorava da gennaio e non riusciva più a pagare l’affitto. Lo fa sapere Il Mattino di Padova. L’uomo lascia tre figli.

Purtroppo quello di Vigonza non è un caso isolato. L’Osservatorio “Suicidi per motivazioni economiche” della Link Campus University, ha di recente pubblicato i dati aggiornati lanciando un severo allarme per il dramma che si sta consumando nel nostro Paese.

Suicidi, la strage silenziosa: 26 solo nei mesi di lockdown

I dati dell’Osservatorio sono impietosi: dall’inizio dell’anno sono già 42 i suicidi, di cui 26 quelli registrati durante le settimane del lockdown forzato per Covid; 16 nel solo mese di aprile. Nei mesi di marzo-aprile 2019, il numero delle vittime si attestava a 14.

A questi numeri già spaventosi, vanno poi aggiunti anche quelli relativi ai tentati suicidi: 36 da inizio anno, 21 nelle sole settimane di lockdown. Gli ultimi dati diffusi dall’Osservatorio alzano a 1.128 il totale dei suicidi legati a motivazioni economiche in Italia dal 2012 a oggi, e a 860 i tentati suicidi.

Le vittime, secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio, sono per lo più imprenditori: 14, sul totale dei 26 casi registrati nel periodo del blocco.

LEGGI ANCHE -> Vitalizi: senatore una settimana 2.300 euro al mese per sempre

LEGGI ANCHE -> Salvini torna a Mondragone: dove sono i centri sociali?