Addio Bonnie “Senza di lei non sarebbero nate le Pointer Sisters”

Si è spenta a 69 anni Bonnie Pointer, cantante e fondatrice del celebre gruppo delle Pointer Sisters. Era uno dei nomi più celebri della scena jazz, dance e soul degli States.

Si è spenta a soli 69 anni una delle icone della scena jazz, dance e soul degli Stati Uniti. Bonnie Pointer, a detta delle sorelle, è stata la fondatrice del celebre gruppo tutto al femminile delle Pointer Sisters, molto in voga negli anni ’70 e ’80.

La notizia della scomparsa della cantante, avvenuta per infarto, è arrivata dalla sorella Anita: “E’ con grande tristezza che devo annunciare ai fan delle Pointer Sisters che mia sorella Bonnie è morta questa mattina. La nostra famiglia è devastata”.

A nome mio, dei miei fratelli e dell’intera famiglia Pointer, chiediamo le vostre preghiere in questo momento. Le Pointer Sisters non sarebbero mai nate se non fosse stato per Bonnie”.

La storia di uno dei primi gruppi al femminile

Nel 1969 quando Bonnie convince sua sorella June a formare il duo Pointers, a Pair, a cui si aggiunge Anita e nel 1972 anche Ruth andando così a formare un quartetto. Il primo album omonimo conquista immediatamente il pubblico e guadagna anche un disco d’oro americano.

Con il passare degli anni, il gruppo aumenta sempre di più la sua notorietà fino ad arrivare nell’Olimpo della musica conquistando la vittoria ai Grammy Awards nella categoria Best Country Vocal Performance by a Duo or Group grazie al brano Fairytale.

Nel 1985 seguiranno altri due premi: Best Pop Performance by a Duo or Group with Vocal e Best Vocal Arrangement for Two or More Voices rispettivamente per Jump (For My Love) e Automatic.

Nel 1977 Bonnie Pointer decide di concentrarsi sulla sua carriera da solista lasciando la formazione, tra i suoi brani più celebri la cover di Heaven Must Have Sent You dei The Elgins.

LEGGI ANCHE -> La città che vuole rendere illegale lo smartphone camminando

LEGGI ANCHE -> Un cane ferito entra in farmacia per farsi curare la zampa