Proteste morte Floyd | Trump: “userò i marines contro i manifestanti”

Continuano le proteste negli Stai Uniti dopo la morte di George Floyd, divnetano sempre più violente e il presidente Trump minaccia di usare l’esercito.

Non si placa la contestazione del popolo americano dopo l’assurda morte dell’afroamericano George Floyd. Anzi, se possibile, peggiora, aumentano i morti, i feriti e gli arresti. E il presidente Trump, ora, pensa alla scelta estrema: l’esercito.

“Mobiliterò l’esercito degli Stati Uniti per fermare i disordini e l’illegalità” – ha detto –. Il presidente ha il diritto di difendere il suo Paese e proteggere la sua Nazione. Non possiamo permettere che le proteste pacifiche vengano manipolate da anarchici di professione”, ha detto ancora Trump: attorno alla Casa Bianca, intanto, la polizia carica i manifestanti e lancia lacrimogeni.

“Siamo di fronte a un atto di terrorismo domestico”, ha aggiunto Trump. Che poi, super scortato, è uscito a piedi dalla Casa Bianca per dirigersi verso la vicina Saint John Epyscopal Church.

Una scena surreale: sullo sfondo i cori e le urla della folla di manifestanti che poco prima era stata caricata dalla polizia. Trump si e’ quindi fermato davanti alla Saint John Epyscopal alzando un braccio e mostrando alle telecamere una Bibbia.

Altre persone rimaste uccise

Due persone sono rimaste uccise durante violenti disordini a Chicago. Oltre 60 gli arresti. Tensione ancora alta a Washington, dove nonostante il coprifuoco, centinaia di manifestanti hanno continuato a manifestare circondati dalla polizia e colpiti con spray urticanti.

Alle azioni partecipano anche elicotteri militari. Decine gli arresti. Proteste e disordini in corso anche a New York, dove si registrano ancora episodi di vandalismo e saccheggi, a Dallas, ad Atlanta, a Los Angeles. A Buffalo, nello stato di New York, un’auto si e’ lanciata contro un gruppo di agenti provocando parecchi feriti.

Nuova autopsia sul corpo di Floyd

emily George Floyd
Fono da Instagram: @emrata

In una nuova autopsia commissionata dalla famiglia, George Floyd risulta essere morto per “asfissia causata da compressione al collo e alla schiena”. 

E sono già tre le persone morte nelle ultime 24 ore durante le proteste: due a Davenport (Iowa), e una a Louisville (Kentucky), dove il capo della polizia è stato licenziato.

Oltre 4.000 le persone arrestate, tra loro anche la figlia del sindaco di New York. Trump continua ad accusare la sinistra antagonista per la violenza e rilancia lo slogan ‘ordine e legge’.

Poi il tycoon sgrida i governatori: ‘Siete degli idioti se non arrestate i manifestanti e non li lasciate in carcere per lunghi periodi di tempo’.  Intanto in qualche città americana alcuni poliziotti solidarizzano con la protesta e si inginocchiano con i manifestanti.

Pechino: ‘Il razzismo è una malattia cronica americana’.

Il segretario dell’Onu Antonio Guterres esorta gli americani a protestare in modo pacifico e invita i leader e le autorità statunitensi ad ascoltarli e a mostrare moderazione. Lo ha detto il portavoce del Palazzo di Vetro, Stephane Dujarric.

LEGGI ANCHE -> sardina Jasmine Cristallo: Italiani popolo più ignorante Europa

LEGGI ANCHE -> Emily Ratajkovski, le dure parole dopo l’omicidio di George Floyd