Fase 2: come cambieranno gli spostamenti su metro, bus, aerei e treni

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La fase 2 dopo l’emergenza Coronavirus è alle porte, ma molte cose saranno diverse a partire da come ci sposteremo con i mezzi pubblici.

Coronavirus metropolitana (fonte da gettyimages)
Coronavirus metropolitana (fonte da gettyimages)

Dal 4 maggio ssarà possibile tornare a una parvenza di vita normale. Infatti il governo è al lavoro per far ripartire lentamente il Paese. A quanto pare 2,8 milioni di italiani potranno tornare al lavoro, ma ovviamente con le dovute precauzioni.

Infatti il ministero dei Trasporti sta pianificando una bozza che prevede il 40% in meno dei passeggeri sui mezzi per ogni tratta.

Tra le misure per il contenimento del virus ci sono: guanti e mascherine obbligatori, videocamere per i flussi, biglietti elettronici e il mantenimento delle distanze.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – FASE 2, VERSO L’OK A SPOSTAMENTI

Coronavirus, Fase 2: ecco come ci sposteremo sui mezzi pubblici tra prezzi diversi in base agli orari e il mantenimento delle distanze

Coronavirus bus (fonte da gettyimages)
Coronavirus bus (fonte da gettyimages)

A quanto pare le misure al vaglio del ministero in questo momento sono: percorsi separati per l’uscita e l’entrata dalle stazioni sia ferroviarie sia metropolitane, biglietti elettronici con tariffe diverse in base all’orario, obbligo di mascherina e guanti.

Si aggiunge l’obbligo di misurare la febbre prima di salire su aerei, bus e treni. Mentre per la metropolitana ci saranno dei segnaposto che vietano di sedersi per assicurare le distanze. Il tutto verrà controllato da telecamere intelligenti che monitoreranno la situazione.

Inoltre per evitare flussi importanti di persone dirette a lavoro, ove possibile, si favorirà lo smartworking. Possibili orari scaglionati per l’entrata a lavoro per evitare affollamento sui mezzi. Molti comuni addirittura stanno promuovendo spostamenti con bici, scooter e monopattini elettrici per scoraggiare l’uso di bus e metropolitane.

Saranno previsti degli annunci e dei cartelli che indicano i comportamenti da attuare. Se le regole non verranno rispettate, si rischia l’interruzione del servizio per motivi di sicurezza sanitaria.

Per quanto riguarda gli autobus, il servizio verrà potenziato perché si potrà salire solo finché ci sarà la disponibilità dei posti a sedere. Vietato sedersi uno accanto all’altro e di fronte. Si potrà salire solo dalla porta centrale e da quella dietro. Inoltre i bus verranno quotidianamente sanificati. E alla fermata sarà necessario mantenere la distanza di un metro l’uno dagli altri.

Per le metro ci saranno dei display che comunicheranno ai passeggeri quando sarà possibile salire sulla carrozza. In questo modo si eviterà di creare affollamenti sulla banchina. Non sarà più permesso viaggiare in piedi sui vagoni, ma solo seduti.

Invece per il treno bisognerà prenotare solo posti con distanza di sicurezza. Per l’alta velocità e i treni Intercity i passeggeri saranno disposti a scacchiera. Si aumenterà il personale per la pulizia e tutti i servizi di ristorazione saranno sospesi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – CORONAVIRUS, FASE 2: LE NUOVE REGOLE PER GLI UFFICI E I TEST SIEROLOGICI

Infine per gli aerei ci sarà l’obbligo di mascherina e guanti, della misurazione della febbre e del termoscanner sia per i passeggeri in arrivo sia per le partenze