Imposta di bollo sul conto corrente: come evitare il pagamento

Esistono alcuni casi in cui è possibile non pagare l’imposta di bollo sul conto corrente. Ecco nel dettaglio quali sono e cosa bisogna fare 

Bollo conto corrente
Fonte Pixabay

Alcune imposte sono da sempre molto fastidiose per italiani, che naturalmente cercano sempre di informarsi a dovere per capire se è possibile astenersi dal loro pagamento. Una di queste è l’imposta di bollo sul conto corrente. Soprattutto in questa fase di forte recesso economico, può risultate abbastanza gravosa visto che ammonta a 34,20 euro l’anno per le persone fisiche e a 100 euro per le aziende. La sua introduzione risale al lontano 1972 e nonostante sia stata rivisitata più volte, non è mai stati abolita così come tanti cittadini si aspettavano.

Non esistono parametri inclusivi particolari. Chi possiede un conto corrente bancario o postale sono obbligati ad adempiere al pagamento dell’imposta. Sostanzialmente è uguale per tutti e non varia a seconda dell’utilizzo saltuario o ordinario del conto corrente. Ci sono però dei casi in cui in cui ci si può divincolare dal suddetto onere. Andiamo a vedere quali sono.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> REDDITO DI EMERGENZA: 500-600 EURO PER LAVORATORI IRREGOLARI 

Bollo conto corrente, in quali casi è prevista l’esenzione?

bollo conto corrente
Fonte Pixabay

Una delle prime eccezioni è quella riguardante il limite di giacenza media. Se risulta inferiore o pari a 5000 euro, il soggetto non deve pagare il bollo. Il discorso è identico per quanto concerne le associazioni senza scopo di lucro e per i conti correnti delle pubbliche amministrazioni. Questa modifica è stata introdotta nel 2012 grazie al Decreto Salva Italia. Un passaggio importante se si considera che prima anche per i conti a saldo zero vigeva il pagamento inderogabile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> CAMBIARE MUTUO: POTREBBE ESSERE UN AFFARE. ECCO COME FARE 

L’altro “escamotage” se così lo si vuol chiamare, è riconducibile all’ISEE. Bisogna dimostrare di avere un reddito annuo al di sotto dei 7500 euro. Per poter avanzare questa procedura è necessario andare all’INPS e farsi rilasciare l’apposita certificazione, che è determinante per essere esentati dall’imposta di bollo sul conto corrente. Quindi, esistono alcuni metodi per non andare in contro alla scomoda tassa, ma è abbastanza palese che lo si può fare solo in alcuni casi piuttosto particolari.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base