Allerta alimentare, pasta ritirata dal mercato: rischio allergeni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

Sul sito del Ministero della Salute figura un avviso relativo al richiamo per rischio allergeni per un tipo di pasta

richiamo pasta
Fonte: Ministero della Salute

Da come si legge sul sito istituzionale del Ministero della Salute, nella sezione relativi agli avvisi di sicurezza, appare una notifica riguardante il richiamo, per rischio presenza di allergeni, di un tipo di pasta fresca di semola di grano duro. La data di pubblicazione è del 6 aprile 2020.

Andando propriamente nello specifico, da come si legge nel modello di richiamo, possiamo segnalare che il marchio del prodotto è “Tre Mulini” e la denominazione di vendita “Fusilli – pasta fresca”.

Il Nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è Eurospin Italia SpA. Il lotto di produzione interessato al richiamo è il 200215. Il nome del produttore è P.A.C. srl con sede dello stabilimento in Via Alessandro Volta, 1 a Melfi in provincia di Potenza.

Il volume dell’unità di vendita è 500 g e la data di scadenza il 15/05/2020. Nelle avvertenze è dichiarato: “Prodotto non idoneo al consumo da parte di persone allergiche alla soia. Si invitano tali consumatori a non consumare il prodotto e a riportarlo presso i punti vendita Eurospin dove sarà rimborsato o sostituito”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Richiami alimentari, ritirato questo prodotto per rischio chimico

Richiamo alimentare per rischio allergeni anche per altri due tipi di pasta

Non soltanto i “Fusilli – pasta fresca” sono a rischio per la presenza di allergeni, ma anche altri due tipi di pasta prodotto e commercializzati dai medesimi soggetti e dai medesimi luoghi del precedente tipo.

In particolare, le “Orecchiette – pasta fresca” e gli “Strozzapreti – pasta fresca”, sempre marchio “Tre Mulini” sono “Prodotti non idonei al consumo da parte di persone allergiche alla soia. Si invitano tali consumatori a non consumare il prodotto e a riportarlo presso i punti vendita Eurospin dove sarà rimborsato o sostituito”.

La data di scadenza per le orecchiette è il 13/05/2020 e per gli strozzapreti 13/05/2020-14/05/2020.

POTREBBRE INTERESSARTI ANCHE – Richiami alimentari, c’è l’allarme per questi due prodotti. Ecco di quali si tratta

Il motivo del richiamo per entrambe le paste, come quella precedente, riguarda la possibile presenza di allergene soia non dichiarato in etichetta.