Cliomakeup in lacrime fugge da New York: “Non è più una città sicura”.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:25

Cliomakeup in lacrime fugge da New York insieme alla famiglia: “Non è più una città sicura”. Causa Covid-19 gli americani in fila per le armi.

Cliomakeup
Cliomakeup 

Una situazione davvero surreale quella che sta accadendo negli Stati Uniti d’America. Dopo l’annuncio del Presidente Donald Trump in cui ha dichiarato lo Stato d’Emergenza, il popolo americano è ricorso ai ripari.

Nella maggior parte delle città degli States, come è accaduto nel resto del mondo, i cittadini si sono affollati nei supermercati per fare scorte, ma non solo.

Ha molto colpito il fatto che gran parte della popolazione sia andata a fare la fila per comprare delle armi. Scena di un film? Quasi.

La makeup artist, Clio Zammatteo, che vive a New York da parecchi anni insieme alla famiglia, ha deciso di fuggire dalla città non sentendosi più sicura. Una paura che scaturisce non tanto per il Coronavirus ma soprattutto per questa folle rincorsa alle armi.

LEGGI ANCHE–> MATTINO CINQUE: CONTAGIATI NEGLI STATI UNITI, TRUMP METTE IL VETO

Il toccante sfogo su Instagram di Cliomakeup, fuggita da New York insieme alla famiglia

Instagram, Clio Make Up di nuovo incinta: maschio o femmina?
Fonta: Instagram (screenshot)

La blogger, che ha una bambina piccola di due anni e mezzo e una in arrivo, motiva le ragioni della fuga. Una decisione presa insieme al marito Claudio.

Come potete vedere dallo sfondo alle mie spalle, non sono più a New York. L’altro ieri sera abbiamo avuto un momento in cui ci siamo sentiti un po’ persi io e Claudio, per la situazione. New York non era più una città da considerarsi sicura per noi, nelle mie condizioni soprattutto.

La paura ha preso il sopravvento. Di certo non deve essere facile vedere i cittadini di New York andare a comprare le armi per proteggersi dal virus. Una scena che in Italia è impossibile da immaginare.

Quando inizi a vedere che la gente va a comprare armi anziché comprare la carta igienica, o pensi al livello di povertà che c’è nella vita… Abbiamo iniziato ad aver paura più che del virus ma della reazione della gente. Con una bambina piccola e una in arrivo. Abbiamo deciso di venire dalla nostra seconda famiglia qui in America, da Giuliana. Le grandi città non sono sicure in questo momento in America.

I due hanno deciso di recarsi da una loro grande amica Giuliana, anche lei makeup artist, per trascorrere tutti insieme queste lunghe settimane di quarantena.

Una decisione presa su due piedi in nome della sicurezza della propria famiglia che come dice Cliomakeup: “viene prima di tutto”.

Purtroppo il momento che si sta vivendo è di grande incertezza e insicurezza, soprattutto per la makeup artist che sta per avere un’altra bambina: “Non so cosa ne sarà, qua non ho neanche il dottore. Però almeno mi sento sicura. In questi giorni cercheremo di capire la situazione con il parto imminente”.

LEGGI ANCHE–> CORONAVIRUS, PSICOSI SU UN AEREO: LA CONSEGUENZA È INCREDIBILE

Qui il toccante sfogo della blogger: