Coronavirus: chat impazzite per il messaggio del medico su whatsapp.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:01

La situazione è davvero seria e si inizia a decidere a chi dare la precedenza per essere salvato. Parla un medico cardiologo di Milano che lavora nella terapia intensiva. 

coronavirus
Medici in ospedale (foto web)

State a casa, senza vedere nessuno!” Questo grido vale per tutta Italia. E a lanciarlo è una mamma medico, come lei stessa afferma nell’audio.

Martina è più precisamente un cardiologo che lavora nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Milano. Le sue prime parole sono state:” Il virus che sta girando è estremamente contagioso. E’ vero che in tanti non causa sintomi e che in tanti se la cavano senza troppi problemi, ma è anche vero che in tante persone sviluppano quella che si chiama polmonite interstiziale bilaterale che ha bisogno di un supporto ventilatorio”.

Poi prosegue:” Non abbiamo farmaci perchè essendo un virus gli antibiotici non funzionano, per cui stiamo dando cocktail di farmaci che si usano ad esempio per l’aids, ma è tutto in via sperimentale, non sappiamo se funzionano o no… l’unica cosa che si può fare è intubare il paziente, mettendo a riposo i polmoni e aspettando che il sistema immunitario lo sconfigga.”

Le sue parole le abbiamo ascoltate più volte, ma risuonano sempre come un monito:” è vero che quelli che muoiono sono spesso anziani con patologie, ma ci sono anche tanti giovani in terapia intensiva, il nostro più giovane ha 38 anni e non aveva problemi pregressi”.

Il medico in questione non vuole fare terrorismo ma cerca di sottolineare come sia importante attenersi scrupolosamente alle indicazioni date perchè ora ci si trova di fronte a questa situazione:”il problema vero è che tante persone hanno bisogno di assistenza ventilatoria e non ci sono ventilatori per tutti…fondamentalmente ci hanno detto che da questi giorni dovremmo iniziare a scegliere chi intubare, quindi privilegiamo i giovani e quelli senza altre patologie”

Come testimonia la dottoressa Martina nell’audio diffuso su whatsapp:”Al Niguarda non intubano più oltre i 60 anni che è veramente giovane come età per cui la situazione è molto seria. Il virus è molto contagioso, 14 giorni di incubazione asintomatici durante i quali si possono infettare un gran numero di persone. l’unico modo per non avere un’ecatombe è far sì che ci sia il minor numero di contagi possibili e soprattutto dilazionati nel tempo in modo che i ventilatori bastino per tutti.”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – ANNA TATANGELO, CORONAVIRUS: IL TOCCANTE MESSAGGIO DI RINGRAZIAMENTO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – CORONAVIRUS: IL MESSAGGIO DI AMADEUS SCATENA LE POLEMICHE

La raccomandazione contenute nell’audio Whatsapp

CORONAVIRUS
Coronavirus: i messaggi su whatsapp (foto web)

La raccomandazione è sempre la stessa ma va rispettata:”Stare a casa, niente cinema niente mostre, niente passeggiate in giro, negozi il meno possibile, scuole chiuse, attività sportive chiuse niente cene fuori, evitate di stare a contatto con altre persone….”

E poi è bene ricordarsi di lavare sempre le mani, lavarle con la candeggina e lasciare il prodotto sulle superfici da igienizzare per 30- 40 minuti per essere sicuri che il virus non sopravviva.

L’audio si chiude con una descrizione di quanto accaduto in Lombardia e con la speranza che non accada in altre regioni:”Fondamentalmente adesso a Roma si sta come si stava a Milano 10 giorni fa e vi assicuro che in 10 giorni c’è stata un’escalation incredibile. La lombardia è al collasso ed è la regione che a livello sanitario sta messa meglio per cui non oso immaginare cosa potrebbe succedere se la cosa si estendesse alle regioni meno efficienti.”

Sono state queste le parole conclusive della dottoressa Martina divulgate nelle chat di whatsapp nelle ultime ore. E’ bene ricordare che diverse persone sono state denunciate poichè, spacciandosi per medici, diffondevano fake news tramite whatsapp. Ci auguriamo che questo audio non sia tra quelli che tra pochi giorni verranno incriminati per divulgazione di notizie false.