Cervello: gli alimenti che possono metterlo in pericolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

Alcuni cibi possono avere degli effetti dannosi nel tempo per il nostro cervello. Ecco quali evitare e quali invece introdurre nella nostra dieta

Cervello
Cervello (Fonte Pixabay)

Mangiare sano fa bene non solo al corpo, ma anche alla mente. Le scelte alimentari infatti hanno un’incidenza sul nostro cervello e nel caso in cui si opti per determinati cibi non proprio salutari in tal senso, c’è il rischio di poterlo danneggiare gravemente. Ovviamente gli effetti si vedono nel tempo e dopo un consumo piuttosto reiterato di determinati alimenti.

Dunque è bene optare sempre per un regime alimentare caratterizzato dalla presenza di fibre, frutta e verdura. L’altro amico per antonomasia del cervello è il pesce. Sardine, tonno, aringhe e salmone sono quelli che contengono il più alto quantitativo di Omega 3, ovvero acidi grassi essenziali, che oltre ad avere un impatto positivo nella prevenzione alle malattie cardiovascolari e al colesterolo, sono decisamente salutari anche per le funzioni cerebrali.

LEGGI ANCHE-> LA DIETA VEGANA MINACCIA IL CERVELLO: L’ALLERTA DEGLI SCIENZIATI 

LEGGI ANCHE-> CRISTIANO RONALDO, LA DIETA SEGRETA DEL CAMPIONE DELLA JUVENTUS 

Quali sono gli alimenti nemici del cervello?

Cervello
Cervello (Fonte Pixabay)

Sul versante dei cibi sconsigliati, il gradino più alto del podio è occupato dai prodotti ricchi di zuccheri e quelli pronti. Il loro consumo spropositato possono favorire un calo delle capacità mnemoniche e un decremento della sua elasticità che può sfociare anche nella demenza. Le bibite zuccherate (Coca Cola e Fanta per esempio) sono praticamente da abolire o comunque da bere saltuariamente. Possono infatti aumentare il rischio di Alzheimer al pari degli alimenti pronti e preconfezionati (contengono conservanti e idrogenanti).

Sul banco degli imputati ci sono anche farine bianche e carboidrati raffinati, i quali contribuiscono alla diminuzione di alcune funzioni legate alla memoria. Assolutamente da evitare l’aspartame e i dolcificanti artificiali in generale. Possono inibire la parte del cervello che regola le emozioni. Brutte notizie per gli amanti dell’alcol, l’abuso infatti può rivelarsi controproducente e può portare addirittura alla perdita dei neurotrasmettitori. Dunque, pochi semplici accorgimenti a tutela della propria salute. Certo, qualche trasgressione ce la si può sempre concedere, a patto che non diventino consuetudinarie.