Razzismo Pomezia: vergognoso ciò che è accaduto davanti a due scuole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:10

Sempre più frequenti e preoccupanti, in Italia, le scritte antisemite su muri e strade. Oggi, a Pomezia, ne sono apparse ben due di fronte a delle scuole

Razzismo Pomezia: vergognoso ciò che è accaduto davanti a due scuole
Una delle scritte apparse oggi a Pomezia (Fonte foto: sicilianews24.it)

Sarà pure la mano di uno stupido, ma fa pur sempre male. Oggi a Pomezia, davanti a due istituti scolastici, sono apparse due deplorevoli scritte, indirizzate agli ebrei.

Ennesimo episodio di antisemitismo, in pochi mesi. Meno di un mese fa qualcosa di simile accadde a Torino, dove una donna di origini ebree, trovò delle scritte contro di lei, in prossimità del suo palazzo.

LEGGI ANCHE: LA MALATTIA, COSì, FA MENO PAURA: LA TENERA IDEA DELLA PICCOLA ELLA

LEGGI ANCHE: OMS AVVERTE: IL CORONAVIRUS È PEGGIO DEL TERRORISMO

Pomezia, scritte antisemite all’ingresso delle scuole

Razzismo Pomezia: vergognoso ciò che è accaduto davanti a due scuole
Anna Frank (Fonte foto: toscanaoggi.it)

Due scritte, di fronte a due diversi istituti scolastici, entrambe di matrice antisemita. Oggi la cittadina di Pomezia, pochi chilometri al sud di Roma, si è risvegliata così. una, recita: “Calpesta l’ebreo”, l’altra, tocca addirittura un personaggio storico, con la frase: “Anna Frank brucia”. Le scritte, sono apparse davanti al Liceo Pascal ed all’Istituto Largo Brodolini. Il Sindaco di Pomezia, ha reso noto che gli operai comunali, sarebbero già all’opera per rimuovere tali scritte. Gli studenti, si sono detti indignati di fronte a tali comportamenti, ed anche preoccupati dal fatto che il razzismo sia sempre più frequente in questo Paese, con molta gente che si sente autorizzata a compiere tali gesti. Si indaga ora, per scoprire se il colpevole, è proprio uno studente o qualcuno che non abbia nulla a che fare con il mondo della scuola.

In tal senso, si è espressa anche la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che rende noto il suo pensiero a riguardo, tramite Twitter. Queste, le parole usate da Azzolina per esprimere il suo dissenso: “Vergognoso quello che è successo a Pomezia, al liceo Pascal e all’Istituto di Largo Brodolini. Lo considero un attacco alla scuola e al suo ruolo educativo. Sono già in contatto con i dirigenti scolastici. Razzismo e antisemitismo non entreranno MAI a scuola”. Anche il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha voluto dire la sua sulla faccenda, dichiarando che le scritte apparse oggi sui muri di Pomezia, sono vergognose ed augurandosi, che venga presto fatta chiarezza sui responsabili di questo sconsiderato gesto.