Helgoland, l’isola dove nascono le foche VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:38

Si tratta di una nuova frontiera per le foche partorienti. L’isola di è situata nel Mar del Nord ed è sotto l’amministrazione tedesca

Foche Helgoland
Foche Helgoland (Fonte immagine: Pixabay)

Le foche sono animali sempre più rari e in alcune parti del mondo vengono cacciate e perseguitate (come ad esempio accade in Namibia, in Canada, Negli Stati Uniti e in tanti paesi del nord Europa).

Una pratica che sta mettendo a serio rischio la loro sopravvivenza e per questo urgono dei provvedimenti e delle iniziative volte a tutelare questi animali docili e socievoli. A tal proposito la Germania ha mosso dei passi in avanti piuttosto importanti.

Leggi anche -> Cani e gatti, sorpresa in vista da parte di Spotify

Foche nell’isola di Helgoland nel mar del Nord

Nel filmato si evince come l’isola di Helgoland sia un vero e proprio paradiso per le foche grigie, che da novembre a gennaio giungono lì per partorire i propri cuccioli (sono facilmente riconoscibili per via della pelliccia bianca che li protegge), nella pace più assoluta.

L’isola infatti è situata nel Mar del Nord tra Germania e Olanda, ma è gestita dalla giurisdizione tedesca, che garantisce loro le condizioni ottimali per potersi riprodurre. Ha inoltre ideato un sentiero nelle dune per garantire alle foche maggiore libertà di movimento.

I visitatori che giungono in questo lembo di terra incontaminato, hanno l’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza di almeno 30 metri dagli animali. Una regola che tutela sia le otarie, sia le persone, che così non incorrono in nessun genere di rischio. Le foche infatti sono le grandi predatrici dell’arcipelago e sono estremamente protettive nei confronti dei loro cuccioli. Possono attaccare in maniera piuttosto violenta laddove percepiscano dei pericoli per i loro “figli”.

Altro fattore da non sottovalutare è l’ingente peso. Un maschio può arrivare a pesare fino a 300 chilogrammi, mentre un esemplare femmina circa la metà. Dunque anche un approccio pacifico potrebbe rivelarsi deleterio. D’altronde come è giusto che sia va rispettata la loro natura selvaggia e per questo è meglio “vedere e non toccare”.

Leggi anche -> Cani e animali domestici in aereo grazie a una compagnia americana