Fiori commestibili, profumati e saporiti: quali scegliere e ricette uniche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:32

I fiori commestibili sono usati in cucina per donare ai piatti aroma, colori e sapori unici: ecco quali sono e le ricette e i consigli per cucinarli e gustarli al meglio

Fiori commestibili, profumati e saporiti: quali scegliere e ricette uniche
Colazione, fiori (fonte foto: Pixabay)

Chi ama i fiori sa quanto possano essere spettacolari, simboli della natura bellissima dai mille colori e profumi diversi: tuttavia, alcuni di questi sono anche commestibili e possono donare alle ricette in cucina sapori e aspetti unici.

I fiori eduli infatti possono rappresentare quel dettaglio in più, in grado di regalare un gusto e un aroma speciale per primi, secondi, insalate, dolci e, ovviamente, le tisane.

La prima cosa da tenere bene a mente, però, è che solo i petali sono commestibili nei fiori. I gambi e i pistilli vanno dunque rimossi e va prestata attenzione, prima di procedere alla ricetta e alla preparazione.

Ciascun fiore porta un proprio sapore e andrà combinato con ingredienti compatibili, riguardo ai sapori: i risultati saranno ricette incredibili.

LEGGI ANCHE –> Dieta: 5 validi consigli per dimagrire abbassando l’indice glicemico

FIORI COMMESTIBILI: ECCO QUALI SONO E LE RICETTE PER GUSTARLI

Fiori commestibili, profumati e saporiti: quali scegliere e ricette uniche
Forchetta e fiori (fonte foto: Pixabay)

Per impreziosire le vostre ricette, i fiori commestibili sono utili per gusto e odori nuovi. Inoltre sono particolarmente sani poiché contengono proteine, sali minerali e vitamine.

IMPORTANTE: per reperire i fiori, si consiglia una ricerca sul web; da evitare il fioraio, poiché i fiori in vendita possono esser stati trattati chimicamente, e il fai da te. Inoltre, si consiglia caldamente di consultare un allergologo prima di consumarli nelle pietanze.

Ecco alcuni dei fiori commestibili più noti e utilizzati nelle ricette:

  • Calendula: gusto piccante, ottima per primi, pasta, risotti e zuppe.
  • Rosa: la sua caratteristica è la delicatezza; si usa spesso nei dolci e nelle bevande, ma anche nelle insalate.
  • Camomilla: nota per essere impiegata in special modo negli infusi, può essere utilizzata anche nei dolci.
  • Gelsomino: l’intensità è la parola che meglio lo descrive, viene utilizzato come aroma nel the e nelle tisane, ma anche nei dolci.
  • Lavanda: un fiore estremamente profumato, usato spesso durante la preparazione di piatti sia dolci che salati; si contraddistingue per un sapore unico e dolce.
  • Lilla: il suo sapore ricordo quello degli agrumi; nelle ricette si trova spesso insieme a yogurt o gelati.

LEGGI ANCHE –> Mille usi del bicarbonato: utilizzato così elimina i cattivi odori

I metodi per usarli in cucina sono diversi e variano in base ai casi, tra cui freschi e essiccati. Non resta che provare, cosa aspetti?