Tumore alla vescica: i sintomi da non sottovalutare

Il tumore alla vescica è uno dei tumori più comuni in Italia. La prevenzione in questi casi è d’obbligo ed è dunque necessario prestare attenzione ad alcuni sintomi. Scopriamo quali

Tumore alla vescica
Equipe medica impegnata in un intervento (Getty Images)

Il tumore alla vescica è uno dei più diffusi in Italia ed anche in tutta Europa. La presenza di alcuni sintomi può aiutare a capire se si è a rischio oppure se si è affetti da questa patologia.

Ecco alcuni dei sintomi ai quali prestare particolare attenzione.

Il bisogno frequente di urinare potrebbe essere un segnale della presenza di un’infezione radicata nella zona.

La presenza del sangue delle urine può anch’essa costituire un campanello d’allarme, sarebbe opportuno comunque effettuare dei controlli periodici, giacché spesse volte è difficile scoprire ad occhio nudo la presenza di sangue nelle urine ma occorre un’apposita analisi di laboratorio. Altre volte però è più facile rendersene conto in quanto le urine possono colorarsi di rosso acceso, marrone scuro o rosa.

Anche il dolore pelvico è molto significativo e non va sottovalutato: potrebbe infatti essere un segnale che il nostro corpo dà al qual bisogna dar voce. Ci si riferisce in particolar modo ad una sensazione di pressione molto forte e continuativa che si avverte sulla zona della vescica.

Ma anche avvertire la sensazione di urinare subito dopo averlo fatto e dunque a vescica vuota può essere un segnale al quale prestare attenzione.

Ci sono casi in cui il problema durante la minzione è dovuto ad altre patologie, come ad esempio avviene quando si è in presenza di cisti o calcoli renali, in questi casi è sempre opportuno tenere la situazione sotto controllo attraverso visite cadenzate.

Un altro caso è quello relativo al dolore ad urinare che potrebbe essere indice di un tumore alla prostata.

Tumore alla vescica: i sintomi aspecifici

Equipe medica impegnata in un intervento
Equipe medica impegnata in un intervento (Getty Images)

Oltre a sintomi ben localizzati e che dunque potrebbero più facilmente essere collegati ad un problema a livello della vescica, ci sono anche dei sintomi meno specifici, che dunque non hanno necessariamente attinenza con quella parte del corpo, ma che potrebbero essere la diretta conseguenza di un problema alla vescica. Ecco quali sono i sintomi aspecifici ai quali occorre prestare attenzione.

Anche la perdita di appetito o di peso in maniera anomala potrebbe segnalare la presenza di cellule cancerogene formatesi all’interno del corpo.

Piedi e caviglie gonfie potrebbero anch’essi essere un segnale molto importante e da non sottovalutare: potrebbero infatti essere collegati addirittura alla presenza di metastasi in alcune aree del corpo, dunque non necessariamente la vescica, anche di stato avanzato.

Forti dolori alla schiena possono anch’essi essere legati ad una problematica a livello urologico.

Una sensazione di perenne stanchezza ed affaticamento invece, potrebbe essere un segnale di addensamento dei fluidi a causa dell’avanzamento della malattia.

In tutti questi casi la parola d’ordine sarà “prevenzione“, occorrerà dunque sempre rivolgersi ad uno specialista che possa arrivare alla radice del problema e trattarlo di conseguenza.