Corpi, scheletri e delitti, Le storie del Labanof – chi è Cristina Cattaneo

Ospite a Che tempo che fa, l’autrice di “Corpi, scheletri e delitti, Le storie del Labanof”, il suo libro in arrivo il 21 novembre: chi è Cristina Cattaneo, medico legale

Corpi, scheletri e delitti, Le storie del Labanof - chi è Caterina Cattaneo
Corpi, scheletri e delitti, Le storie del Labanof – Cristina Cattaneo (Facebook, @chetempochefa/ Web)

Tra gli ospiti annunciati di Che tempo che fa, Cristina Cattaneo, medico legale, parla con il conduttore Fabio Fazio, nel corso della trasmissione su rai 2 domenica 11 novembre, del suo libro in arrivo il 21 novembre.

Ma chi è Cristina Cattaneo, l’autrice di “Corpi scheletri e delitti, Le storie del Labanof”, Raffaello Cortina Editore?

Rai 2, Che tempo che farà | ospiti di stasera e dove vederlo in tv e streaming – LEGGI QUI

La dottoressa Cattaneo nasce a Casale Monferrato in provincia di Alessandria, il 18 gennaio 1964, ed è antropologa forense e medico legale, docente universitario, professoressa ordinaria di Medicina legale presso l’Università di Milano e direttore del LABANOF, Laboratorio di antropologia e odontologia forense.

Nel corso dei suoi studi, si è avvicinata alla biologia, antropologia e paleopatologia in
Canada e Inghilterra; successivamente poi ha scelto la specializzazione in medicina
legale a Milano. Gode di un’assoluta stima grazie alle sue competenze e capacità.

Chi è Cristina Cattaneo, l’autrice di “Corpi scheletri e delitti, Le storie del Labanof”? Info e carriera

Grazia alla direzione del Labanof, Cristina Cattaneo ha potuto approfondire il lavoro criminalistico e umanitario che l’ha connessa al Ministero dell’Interno e Icrc -International Committee for the Red Cross. È coinvolta infatti, nell’identificazione delle persone scomparse, dei cadaveri senza identità e dei migranti morti in mare.

LEGGI ANCHE –> Che tempo che fa, stasera dalle 21:00 dopo Che tempo che farà su Rai 2 | dove vederlo in tv e streaming e ospiti

La dottoressa è autrice, tra gli altri, di:

  • Morti senza nome (2005), Turno di notte (2007), e Certezze provvisorie (2010) per Mondadori;
  • Crimini e farfalle (2006) e Naufraghi senza volto. Dare un nome alle vittime (2018) per Raffaello Cortina Editore;
  • I diritti annegati. I morti senza nome del Mediterraneo (2016), per Franco Angeli;
  • Vipere Italiane. Gli ultimi studi sulla sistematica, l’ecologia e la storia naturale (2017) per Castel Negrino;
  •  L’ universo amoroso (2017) per Jouvence;
  • Coautrice con Francesco Alberoni di Amore mio come sei cambiato (2019) Piemme.

Nell’opera “Corpi scheletri e delitti. Le storie del Labanof“, Raffaello Cortina Editore, la dottoressa spiega come l’antropologia e le scienze forensi si confrontano nell’ambito dei delitti.