Manovra di Bilancio 2020, Plastic Tax anche su tappi ed etichette

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:08

E’ senza quartiere la lotta alla plastica del governo: tassate con la plastic tax, prevista nella Manovra di Bilancio 2020, anche i tappi e le etichette di  plastica

Manovra di Bilancio 2020, in arrivo al plastic tax (Getty Images)

E’ lunga la lista dei prodotti monouso su cui verrà applicata la plastic tax da 1 euro a chilogrammo: non solo bottiglie, buste per l’insalata, vaschette per gli alimenti in polietilene, il tetrapak del latte, i flaconi del detersivo, il polistirolo ma anche i tappi e le etichette di plastica. Insomma, il governo giallorosso ha dichiarato guerra alla plastica in coerenza con quanto annunciato dal Premier Conte che sin dai primi vagiti del proprio secondo esecutivo non ha fatto mistero di volere imprimere una vigorosa sterzata in direzione dell’ecosostenibilità all’intero sistema italiano. In tale ottica rientrano anche gli incentivi, previsti dalla Manovra di Bilancio 2020, alle aziende che produrranno prodotti “bio”. Parziale retromarcia, invece, sul fronte delle auto aziendali: per quelle ecologiche rimarrà in vigore l’aliquota del 30% del costo del noleggio nel concorrere a determinare il reddito, per quelle molto inquinanti l’aliquota sarà del 100%, il 60% per tutte le altre. Espunta la norma che stanziava 100 milioni di euro per le indennità dei ministeri.

LEGGI ANCHE –> Martina Smeraldi, le stories su Instagram fanno impazzire i fan – FOTO

Manovra di Bilancio 2020, Renzi: “Via le tasse su auto, zucchero e plastica”

Al momento dell’uscita dal Pd Matteo Renzi ha promesso non solo lealtà al governo giallorosso ma anche che non avrebbe fatto il controcanto dell’esecutivo; eppure, nonostante la fragorosa vittoria del centrodestra alle regionali umbre, la vera spina nel fianco del Premier Conte è proprio l’ex segretario del Pd con i suoi “niet” ad ogni provvedimento varato dal governo. Ultimo in ordine di tempo, con un post sul proprio profilo facebook, il semaforo rosso alle tasse sulle auto aziendali, lo zucchero e la plastica: “Lavoremo in Parlamento per eliminare le tasse su auto aziendali (assurdità che mi hanno sempre proposto quando ero premier e ho sempre respinto), plastica e zucchero. Chiedo a tutti di darci una mano e seguire la nostra battaglia in Parlamento”. Poi, a conferma dell’impegno contro l’aumento delle tasse, ha rivendicato:”In questa legge di Bilancio Italia Viva ha impedito l’aumento dell’Iva e le tasse su cellulari, gasolio e casa”.