Zona d’ombra una scomoda verità: trama e cast del film con Will Smith

Zona d’ombra una scomoda verità: il film con Will Smith ispirato alla storia vera del medico che portò alla luce i danni da commozioni celebrali nella NFL.

Zona d'ombra una scomoda verità
Zona d’ombra una scomoda verità (Foto tratta dalla locandina)

Stasera in tv, sabato 14 settembre, su Raitre alle 20:30 va in onda Zona d’ombra – una scomoda verità.

Il film trae spunto dall’articolo Game Brain del 2009, pubblicato su “GQ” da Jeanne Marie Laskas. E’ la storia vera di Bennet Omalu (Will Smith), un emigrante americano di origine nigeriana che lavora come patologo forense nella Contea di Allegheny, in Pennsylvania. Omalu è un medico certificato in quattro diversi campi di studio del cervello – anatomico, clinico, forense e neuropatologia – ed è forse uno dei medici più esperti nello studio dell’anatomia e della morte. Il suo capo è un esaminatore medico di celebrità di nome Cyril Wecht (Albert Brooks), la cui celebrità ed ego a volte lo portano a problemi la stampa. Al contrario, Omalu è un medico calmo, stoico e introverso con la passione per il suo lavoro di medico legale, che non cerca problemi ma a causa dei suoi metodi innovativi e della lingua imperfetta è inviso a molti.

Omalu ha il compito di esaminare il cadavere del cinquantenne Mike Webster (David Morse), un ex campione di football che è morto improvvisamente e tragicamente nel 2002 per quello che molti presumevano fosse un infarto. Prima della sua morte, Webster ha mostrato una serie di bizzarri sintomi, che somigliavano alla demenza, era smemorato e aveva strani sbalzi d’umore. Omalu, un medico esperto, esamina il cervello di Webster e scopre che era probabilmente vittima di una condizione chiamata encefalopatia traumatica cronica, o CTE, una malattia cerebrale causata da frequenti commozioni cerebrali che Webster aveva sperimentato durante la sua lunga carriera nel football.

Così Omalu entra in conflitto con la NFL (Lega Nazionale del football), che non solo non ha protetto i suoi giocatori in passato (con il caso Webster si scopre che anche altri giocatori hanno avuto danni dovuti alle commozioni celebrali duranti le partite) ma che non sembra intenzionata a fare nulla per migliorare la situazione.

Nel cast c’è anche Alec Baldwin.

Potrebbe interessarti anche: Alessia Marcuzzi alle Iene: previsto un omaggio a Nadia Toffa

T.F.