La conduttrice de Le Iene, Nadia Toffa, si è spenta a soli 40 anni: chi era, carriera e vita privata del volto noto della tv italiana

Le Iene, Nadia Toffa: chi era la conduttrice deceduta a soli 40 anni
Nadia Toffa (Foto da: Instagram/Screenshot)

Chi era Nadia Toffa: la conduttrice del noto programma televisivo Le Iene, si è spenta oggi dopo aver combattuto per diversi anni contro il cancro. La donna non è riuscita a vincere la sua terribile battaglie ed oggi è arrivata la terribile notizia.

Nadia nasce a Brescia il 10 giugno del ’79 e si spegne nella sua città natale il 13 agosto del 2019. La conduttrice si diploma presso il Liceo classico Arnaldo e in seguito si laurea in lettere all’Università di Firenze.

La conduttrice inizia la sua ricca carriera televisiva a soli 23 anni presso Telesanterno, poi lavora per Retebrescia. Nel 2009 comincia a lavorare con il programma d’inchiesta Le Iene producendo diversi servizi, tra cui: lo smaltimento dei rifiuti illegali in Campania; sul crescente tasso di tumori nel ‘Triangolo della morte’; un’inchiesta sulla Camorra e tanti altri.

LEGGI ANCHE–> LE IENE, SCOMPARSA LA CONDUTTRICE NADIA TOFFA: IL CORDOGLIO DEI VIP SUI SOCIAL

Le Iene, Nadia Toffa: chi era la conduttrice deceduta a soli 40 anni. La malattia

Nel 2014 esce il primo libro di Nadia Toffa intitolato ‘Quando il gioco si fa duro’ e l’anno successivo conduce il programma su Italia 1 Open Space. In seguito nel 2016 ritorna a condurre Le Iene e ricomincia la sua lunga carriera di inchieste.

La conduttrice scopre di essere malata di cancro nel 2017 dopo essere stata vittima di un malore. Nel 2018, ritorna alla conduzione de Le Iene e dopo qualche tempo è obbligata ad abbandonare il programma a causa delle precarie condizioni di salute. Sempre nel 2018 affermò, durante un’intervista al programma Verissimo, di essere ancora malata di cancro.

Nadia, durante il suo lungo calvario, ha condiviso con i suoi fans i momenti della malattia per cercare di dare forza a chi si trovava nella sua stessa condizione.

Facebook Comments