San Francisco, guerra alla sigaretta elettronica: attesa la firma del sindaco

San Francisco, guerra alla sigaretta elettronica: attesa la firma del sindaco
Sigaretta elettronica (lindsayfox, Pixabay)

Il Consiglio comunale di San Francisco dichiara guerra alla sigaretta elettronica con un divieto di vendita: manca la firma del sindaco London Breed 

Una scelta di cui si sta parlando e si parlerà a lungo, quella presa dal Consiglio comunale di San Francisco, di mettere al bando la sigaretta elettronica proibendo la vendita dei prodotti finalizzati a vaporizzare la nicotina; la decisione riguarda allo stesso tempo i negozi fisici che gli store sul web.

I tempi dell’ordinanza, prima che questa entri in vigore, sono di 7 mesi; tuttavia il sindaco della città americana, London Breed, avrà dieci giorni in totale per riflettere sulla decisione e se apporre o meno la firma, o ancora per dare un’occhiata e modificare la normativa.

Una scelta per San Francisco, la prima città degli Stati Uniti a prendere posizione contro la e-cigarettes, considerato un problema che negli States va diffondendosi a macchia d’olio sopratutto tra i più giovani.

LEGGI ANCHE –> THEC64, il ritorno del Commodore 64: info, prezzo, data e caratteristiche

San Francisco contro le industrie della sigaretta elettronica: i dettagli

Si parla tanto dunque della decisione del Consiglio comunale di San Francisco di proibendo la vendita dei prodotti finalizzati a vaporizzare la nicotina nei negozi fisici e negli store online: una scelta di campo in contrasto con la sigaretta elettronica, considerata da molti negli Stati Uniti come un fenomeno che va allargandosi a macchia d’olio soprattutto tra i più giovani.

Come detto, la decisione finale spetterà al sindaco della città, London Breed, che dovrà scegliere se firmare o meno il provvedimento o rivederne i dettagli.

Quello di San Francisco è un duro colpo assestato all’industria che si occupa delle e-cigarettes, e ad uno dei più importanti brand, “Juul”, la cui sede si trova proprio nella città della California.

Le sigarette e tutti gli altri noti prodotti al tabacco non saranno minacciati dal tale provvedimento e già a giugno scorso, nella città che ospita il celebre Golden Gate Bridge, c’era stato il divieto di aggiunta degli aromi nei liquidi usati per le sigarette elettroniche.