Palermo, commemorazione Falcone: Orlando va via all'arrivo di Salvini
Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando (GettyImages)

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha accolto il presidente Giuseppe Conte alla commemorazione di Falcone, ma lascia all’arrivo di Matteo Salvini

Leoluca Orlando, il sindaco di Palermo, lascia la cerimonia istituzionale in ricordo della strage di Capaci nell’aula bunker dell’Ucciardone, la commemorazione di Falcone, prima dell’arrivo del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Orlando spiega: “Mi ero augurato che qualsiasi presenza istituzionale oggi a Palermo e all’aula bunker non si trasformasse in occasione per comizi pre-elettorali. Ho appreso che purtroppo non sarà così col previsto intervento di chi solo tre giorni fa ha attaccato i magistrati siciliani.

Il dovere di rispettare la memoria di quell’Aula, del Pool antimafia che vi realizzò il primo maxi processo, del Comune di Palermo che a quel processo per la prima volta si costituì Parte Civile; soprattutto il dovere del rispetto della memoria di chi si è battuto a costo della vita contro ogni violenza e violazione dei diritti e del diritto, quel dovere mi impone di non essere presente all’Aula Bunker purtroppo trasformata in piazza per comizi”.

LEGGI ANCHE –> SALVINI: “DIVIDERSI SULLA MAFIA È FARE UN TORTO AL PAESE “

Commemorazione Falcone, Orlando va via all’arrivo di Salvini: i motivi della polemica

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha accolto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte all‘aula bunker di Palermo per l’anniversario della strage di Capaci, durante la commemorazione di Falcone, ma è dunque andato via prima dell’arrivo del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

La polemica dietro tale decisione nasce dalla presenza del ministro dell’Interno Matteo Salvini sicuramente, ma esplode dopo l’annuncio della scaletta ufficiale degli interventi che dà la parola solo ai rappresentati del governo gialloverde.

Presenti all’evento il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, e i ministri Salvini, Marco Bussetti e Alfonso Bonafede. Il centro Impastato insieme ad Anpi e Arci hanno organizzato una contro manifestazione a Capaci, Orlando è andato invece in piazza Magione dove Addiopizzo e la stessa Fondazione Falcone hanno organizzato eventi e incontri con le scuole.

 

Facebook Comments