Napoli: incendio nella centrale elettrica dell'Enel di Pozzuoli
(Getty Images)

Un incendio, di origine dolosa, è divampato nella notte nella sede della Polizia locale di Mirandola, in provincia di Modena: ad appiccarlo per vendetta uno straniero

Tragedia al Comando della Polizia Municipale di Mirandola, in provincia di Modena. Intorno alle 2 e 40 si è verificato un incendio all’interno della sede della Polizia Municipale. Le fiamme si sono rapidamente sviluppate e il denso fumo è salito verso l’alto dove sono collocate le residenze. Chi vive in quegli appartamenti è stato sorpreso nel sonno dal fumo morendo così per le esalazioni di fumo. Due morti, due feriti gravi e 17 intossicati lievemente il bilancio del rogo e della successiva esplosione. Sul luogo sono state impegnate diverse squadre dei vigili del fuoco, i sanitari del 118, polizia e carabinieri.

LEGGI ANCHE –> MILANO, INCENDIO AL PIO ALBERGO TRIVULZIO: EVACUATA LA STRUTTURA

Modena, incendio in sede polizia locale: 2 morti. Sarebbe di origine dolosa

Secondo i primi accertamenti, la causa del rogo sarebbe dolosa. Stando alle indiscrezioni che filtrano dagli ambienti investigativi, raccolte dalla Gazzetta di Modena, ad appiccare il fuoco sarebbe stato uno straniero che era stato fermato nei giorni scorsi dalla polizia municipale. L’uomo, probabilmente per vendetta, avrebbe deciso di dare fuoco ai locali della polizia municipale. Avrebbe sfondato la porta, ammassato della carta e le avrebbe dato fuoco. Le fiamme si sono rapidamente sviluppate grazie alla carta presente nell’ufficio liberando una colonna di denso fumo che ha  raggiunto i locali dove dormivano le vittime.

 

LEGGI ANCHE –> MODENA, TROVATO CORPO DI DONNA IN UN LOCALE: IPOTESI OMICIDIO

Facebook Comments