Napoli, colpi di pistola a piazza Nazionale: tre feriti tra cui una bimba

Denunciate 9 persone a Viterbo in quanto organizzavano nozze false con donne italiane compiacenti per consentire agli stranieri di ottenere la carta di soggiorno della durata di cinque anni

Nove persone, sei stranieri e 3 italiani, sono state denunciate dalla Polizia di Stato di Viterbo per aver organizzato “matrimoni di comodo” tra cittadini europei ed extracomunitari. I matrimoni erano un espediente per ottenere una carta di soggiorno della durata di 5 anni. Le indagini, grazie anche alla collaborazione di alcuni dei soggetti coinvolti, hanno accertato il ruolo di 2 pachistani nell’organizzare le false nozze in cui a volte si ritagliavano il ruolo di testimoni. Di conseguenza, dopo il matrimonio fittizio gli stranieri si presentavano all’Ufficio Immigrazione della città laziale per richiedere la carta di soggiorno della durata di cinque anni.

LEGGI ANCHE –> MIGRANTI, PORDENONE: SCOPERTO TRAFFICO DI CLANDESTINI

Viterbo, nozze false per carta di soggiorno: 9 persone denunciate. Le “mogli”  pagate fino a duemila euro

L’organizzazione era così strutturata da fornire sia assistenza logistica che burocratica, in relazione alla presentazione dei documenti necessari, e per le nozze avrebbe corrisposto a donne italiane compiacenti compensi tra i mille e i duemila euro. Tutte le persone indagate – sei stranieri e tre italiani – sono accusate, in concorso, del reato di indotta falsità ideologica del pubblico ufficiale in atti pubblici. Mentre sono in corso le valutazioni per la revoca delle carte di soggiorno illecitamente ottenute dagli extracomunitari. Intanto, il Ministro dell’Interno Salvini ha così commentato: ” E’ l’ennesima dimostrazione che una immigrazione disordinata e senza controllo è un business per troppi“.

 

LEGGI ANCHE –> MODENA, 5 ARRESTI PER FALSI ESAMI DI ITALIANO PER STRANIERI

 

Facebook Comments