La sindaca di Torino Chiara Appendino

Un plico anonimo, contenente un proiettile, indirizzato alla sindaca Chiara Appendino, è stato recapitato presso gli uffici comunali di Torino

Nuovo atto d’intimidazione nei confronti di Chiara Appendino, prima cittadina di Torino. Secondo quanto denunciato dalla stessa sindaca pentastellata sul proprio profilo facebook, un plico, ovviamente anonimo ed indirizzato all’Appendino, contenente un proiettile è stato recapitato ieri presso gli uffici comunali in Piazza Palazzo di Città. Intervenuta nella trasmissione Agorà su Rai 3, intervistata dalla conduttrice Serena Bortone, come riferisce l’agenzia di stampa Dire, Chiara Appendino ha così commentato:” Continuerò a fare il mio lavoro con la massima determinazione, non sono questi gli atti che intimidiscono un sindaco. E voglio pensare anche a tutti gli amministratori locali oggetto di minacce a cui lo Stato deve stare vicino al di là del colore politico “.

LEGGI ANCHE –> TENNIS, ATP FINALS ASSEGNATE A TORINO: AL PALAALPITOUR DAL 2021 AL 2015

Torino, busta con proiettile alla sindaca Chiara Appendino. Un mese fa l’invio di un pacco bomba

Non è la prima volta che la sindaca del capoluogo sabaudo riceve intimidazioni e minacce di morte: nel novembre del 2018 ha  ricevuto una lettera minatoria in quanto, a detta dell’anonimo autore, responsabile insieme ai suoi colleghi pentastellati di “aver ucciso Torino“, come riporta il portale ilgiornale.it. Mentre è di poco più di un mese fa il pacco bomba recapitato a Palazzo Civico: il plico contenente l’ordigno è stato intercettato dall’ufficio protocollo del comune che ha fatto intervenire gli artificieri. L’ordigno è stato disinnescato e la Questura, in una nota, ha specificato che il congegno era “idoneo ad esplodere “. La sindaca proprio a causa di tali reiterate minacce vive sotto scorta da un paio di mesi.

LEGGI ANCHE –> TORINO, BUSTA  ESPLOSIVA  AL  SINDACO  APPENDINO: ” CONTINUO CON MAGGIOR FORZA “

Facebook Comments