Scoperta dalla Guardia di Finanza di Padova una frode da 25 milioni che coinvolge 42 società: 12 arresti, 100 perquisizioni e sequestro di beni per 8,5 mln

La Guardia di Finanza di Padova ha scoperto una frode da 25 mln di euro tra Italia e Europa dell’Est e ha arrestato 12 persone in Veneto, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Puglia, Campania, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Effettuate 100 perquisizioni ed eseguito il decreto di sequestro  preventivo di beni per 8,5 mln finalizzato alla confisca per reati tributari e riciclaggio. Nel mirino un’associazione per delinquere finalizzata alle frodi fiscali e al riciclaggio. Le fiamme gialle hanno operando anche in Slovacchia, Croazia e Slovenia con il supporto della polizia dei tre Paesi.

LEGGI ANCHE –> ‘NDRANGHETA IN VENETO, OPERAZIONE ROS: 20 PERQUISIZIONI, 7 ARRESTI

Padova, frode da 25 milioni: 12 arresti. I proventi riciclati nei Paesi dell’Est

Al centro dell’inchiesta un’associazione per delinquere finalizzata alle frodi fiscali e al riciclaggio, con il coinvolgimento di 42 società attive nel settore della prevenzione antincendio e antinfortunistica, i cui proventi venivano trasferiti nei tre Paesi dell’est Europa. Ulteriori dettagli verranno comunicati dagli inquirenti nel corso della conferenza stampa che verrà convocata nel corso della giornata.

 

LEGGI ANCHE –> PADOVA, SU PORNHUB VIDEO PORNOGRAFICO GIRATO NELLO SPOGLIATOIO DI UNA SCUOLA

Facebook Comments