Lo scontro tra Adriana Volpe e Giancarlo Magalli finisce in tribunale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:13
Lo scontro tra Adriana Volpe e Giancarlo Magalli finisce in tribunale
Adriana Volpe (GettyImages)

Lo scontro tra Andriana Volpe e Giancarlo Magalli finisce in tribunale, il conduttore è stato rimandato a giudizio: la vicenda è iniziata nel 2017, quanto Magalli ha utilizzato termini molto forti parlando della Volpe

Una contesa finita in tribunale quella tra Andriana Volpe e Giancarlo Magalli, come riporta ‘Il corriere della sera’: il conduttore televisivo è stato rimandato a giudizio, la prossima udienza si terrà il 15 luglio.

La vicenda è cominciata nel novembre del 2017, quando il presentatore 71enne in un’intervista rilasciata al settimanale ‘Chi’ si era espresso con parole pesanti nei confronti di Adriana Volpe, che non ha mandato giù certe affermazioni. Da allora tanti i botta e risposta sui giornali, siparietti in tv e frecciatine sui social.

Secondo quanto riferito da ‘The Social Post’ in un messaggio su Facebook il conduttore avrebbe definito una volta Adriana Volpe una “rompiballe”, un’espressione che spinse la conduttrice ad intervenire.

Infatti i due non solo non conducono più il programma insieme, ma come detto, sono finiti in tribunale. Da tempo Adriana Volpe aveva dichiarato, infatti, di voler avere giustizia anche a livello legale nelle sedi opportune.

LEGGI ANCHE–> Aurora Ramazzotti incinta? La figlia di Eros e Michelle Hunziker chiarisce

Adriana Volpe e Giancarlo Magalli in tribunale. La dichiarazione del conduttore

Adriana Volpe e Giancarlo Magalli sono finiti in tribunale: il conduttore 71enne è stato rimandato a giudizio dopo essere stato accusato di diffamazione.

In un post Magalli pare abbia rincarato la dose contro la Volpe: “Lei, e forse questo ti ha coinvolto, ha cercato di farlo passare come un insulto alle donne, ma io ce l’avevo solo con lei, non con le donne che ho sempre rispettato e che forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni!”.

Non proprio parole leggere, tant’è che la Volpe all’epoca replicò: “Ora voglio giustizia, per me e per tutte le donne che subiscono insulti e offese sul lavoro. Quanto è difficile sorridere in diretta, lo faccio per tutte le persone che lavorano per questo programma e per rispetto ai telespettatori”.

LEGGI ANCHE–> Verissimo, Pamela Prati svela a Silvia Toffanin la verità su Mark Caltagirone

La showgirl si è dunque rivolta ad un magistrato che ha accolto la sua richiesta. Lo scontro tra i due è ovviamente continuato sui social, dove lo stesso Magalli aveva postato la sua gioia.