bari figlio boss ferrari comunione
La Ferrari davanti alla Chiesa del Redentore nel quartiere Libertà di Bari

Il figlio di un boss di Bari è arrivato in chiesa per la sua Prima Comunione a bordo di una Ferrari cabrio rossa: ira del parroco

Arrivare alla celebrazione Prima Comunione a bordo di una fiammante Ferrari cabrio rossa. Fin qui nulla di (eccessivamente) strano se non fosse che a bordo del bolide viaggiava il figlio di un noto boss di Bari. L’episodio, riportato dal Corriere della Sera e dal Corriere del Mezzogiorno, risale a domenica scorsa e si è verificato nella Chiesa del Redentore nel quartiere Libertà di Bari, la stessa strada in cui l’anno scorso è stata aggredita dalla moglie di un boss una giornalista della Rai. Domenica scorsa il bambino ha ricevuto il sacramento della Prima Comunione arrivando in chiesa a bordo di una Ferrari rosso cabrio.

L’ira del parroco: “Non spettacolarizzare i sacramenti”

Il padre del bambino arrivato in Ferrari è attualmente in carcere e gli è stato negato di assistere alla celebrazione. L’episodio ha suscitato il disappunto del parroco Don Antonio D’Angelo che nella sua omelia ha invitato i fedeli a non spettacolarizzare i sacramenti, dopo che anche un’altra famiglia legata alla malavita aveva fatto parlare di sé per uno spettacolo di fuochi pirotecnici. “Mai viste cose simili che detesto e non approvo affatto. Non hanno nulla a che vedere con i Sacramenti” ha affermato il parroco.

LEGGI ANCHE —> NAPOLI, MATRIMONIO TRASH DI TONY COLOMBO IN PIAZZA PLEBISCITO: È POLEMICA

Facebook Comments