fisher price culle
Il ritiro riguarda le sdraio ‘Rock and Play Sleeper’

Il colosso dei prodotti per l’infanzia Fisher-Price ha annunciato il richiamo a livello globale di 4,7 milioni di culle dopo alcuni “decessi sospetti”.

Almeno 32 bimbi potrebbero essere rimasti soffocati a causa delle loro culle. E’ questo il dato agghiacciante che ha indotto il gruppo americano Mattel ad annunciare Ul richiamo a livello globale di 4,7 milioni di culle pieghevoli Fisher-Price. La decisione è arrivata in seguito all’avviso delle autorità statunitensi su possibili legami con il decesso di trenta bimbi in dieci anni. Pur garantendo che “il prodotto è sicuro”, Fisher-Price “annuncia un richiamo volontario di tutte le sdraio ‘Rock and Play Sleeper’ a causa di casi di decessi di neonati mentre si trovavano in culla senza essere legati”, si legge sull’account Twitter della Fisher-Price.

“Il prodotto è sicuro”

In particolare, sembra che i bimbi – almeno 32 dal 2009 – siano soffocati dopo essersi rotolati.  “Mentre continuiamo a stare al passo con la sicurezza di tutti i nostri prodotti, considerati gli incidenti segnalati in cui il prodotto è stato utilizzato in contrasto con le avvertenze e le istruzioni di sicurezza – specifica l’azienda – abbiamo deciso che questo richiamo volontario è la migliore linea d’azione”. Martedì scorso l’American Academy of Pediatrics aveva chiesto che il prodotto venisse ritirato dal mercato. Il richiamo è stato deciso in collaborazione con la Commissione Americana per la sicurezza dei prodotti di consumo (Cpsc).

LEGGI ANCHE —> EUROSPIN RITIRA FAGIOLINI SURGELATI: “PERICOLO ERBA VELENOSA”

Facebook Comments