Il Ministro Giovanni Tria (Getty Images)

In un colloquio con il quotidiano Il Messaggero il Ministro Tria si dice fiducioso che il Def supererà lo scoglio dell’esame della Commissione Ue in relazione all’elevato debito pubblico

In un’intervista rilasciata a Il Messaggero, il Ministro dell’Economia Tria si è detto fiducioso che il Def supererà il vaglio della Commissione europea in relazione al nodo debito pubblico: ”  Ho buoni motivi per credere che, grazie agli ultimi provvedimenti, alle proiezioni contenute nel Def e all’aggiustamento del deficit strutturale, l’esame sarà superato anche questa volta “. Tria ha anche sottolineato l’importanza della discesa dello spread sotto la soglia dei 240 punti: ” Poi magari risalirà, però è la prima volta da mesi che lo spread rompe quota 240. I mercati hanno capito che stiamo facendo un buon lavoro, non canto vittoria perché la salita è lunga ma il sentiero è quello giusto “.

LEGGI ANCHE –> IL PREMIER CONTE: ” E’ DIFFICILE MA MAI AUSTERITY “

Il Ministro Tria: ” Il Def supererà l’esame di Bruxelles “. Moscovici: ” Italia rispetti gli impegni “

Infine il Ministro ha garantito che il taglio dell’Irpef ci sarà in quanto ” è un atto di giustizia necessario, soprattutto per i ceti medi che per anni hanno subito gli effetti dannosi di un “fiscal drag “, in particolare negli anni di alta inflazione, da tutti contestato ma che nessuno ha mai provveduto ad attenuare “. Intanto, però, è arrivato l’altolà del Commissario Ue agli Affari economici Moscovici: ” Chiedo all’Italia credibilità. Tutti devono rispettare le regole e gli impegni presi. E’ una questione di credibilità e di sostenibilità. Prenderemo le nostre decisioni sull’Italia sulla base delle nostre stime. L’Italia sta soffrendo una situazione di stagnazione se non di recessione.  Servono misure per la crescita. E non è questione di essere duri  ma il debito deve calare “.

LEGGI ANCHE –> FLAT TAX, SALVINI: ” BASTANO 12-15 MILIARDI PER PARTIRE “

 

Facebook Comments