Autismo, il messaggio di Greta Thunberg: “Non è un dono, può essere un superpotere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:02
Greta Thunberg autismo
Greta Thunberg (Getty Images)

In occasione della Giornata Mondiale per la consapevolezza sull’autismo, l’attivista svedese Greta Thunberg ha raccontato il suo rapporto con la malattia.

L’autismo non è un dono. Per molti è una lotta senza fine contro scuole, posti di lavoro e bullismo. Ma nelle giuste circostanze, può diventare superpotere”. E’ questo il messaggio che Greta Thunberg, la 16enne svedese attivista per il clima, ha lanciato in occasione della giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo. Greta è affetta dalla sindrome di Asperger, un disturbo che rientra nello spettro dell’autismo. Il suo messaggio arriva nella giornata istituita dall’Onu per alimentare la conoscenza dei disturbi dello spettro autistico e a favorire azioni sociali per promuovere una maggiore inclusione.

“Senza la mia diagnosi non avrei iniziato i miei scioperi”

Ecco il post dell’attivista svedese: “Orgogliosa di essere nello spettro dell’autismo! E no, l’autismo non è un dono. Per la maggior parte delle persone è una lotta senza fine contro scuole, luoghi di lavoro e bulli. Ma nelle giuste circostanze, date le giuste modifiche, può essere un superpotere. Ho avuto la mia giusta dose di depressione, alienazione, ansia e disturbi. Ma senza la mia diagnosi, non avrei mai iniziato i miei scioperi a scuola. Perché allora sarei stato come tutti gli altri. Le nostre società devono cambiare, e abbiamo bisogno di persone che pensano fuori dagli schemi e dobbiamo iniziare a prenderci cura l’uno dell’altro. E abbracciare le nostre differenze», ha scritto Greta.

LEGGI ANCHE —> CASSAZIONE: “NESSUN NESSO TRA VACCINI E AUTISMO”