Greta Thunberg Nobel Pace
Greta Thunberg (Getty Images)

Ha creato il movimento globale #FridaysForFuture, è giovanissima ed è la nuova candidata proposta per il Nobel della Pace: ecco chi è Greta Thunberg

La proposta è arrivata ed è fresca di stampa: Greta Thunberg, la 16enne fervente attivista per le questioni climatiche e creatrice del movimento #FridaysForFuture, è la nuova giovane proposta per il Nobel della Pace. L’indicazione è arrivata da un gruppo di deputati norvegesi che fa da spalla al comitato organizzativo del prestigiosissimo premio. E la risposta di Greta Thunberg non tarda ad arrivare: nel tweet dichiara di essere “onorata e molto grata”. La sua proposta arriverebbe come “contributo molto importante per la pace“, poiché, secondo quanto riportato dai deputati, la minaccia per il clima sarebbe una grossa minaccia per guerre e conflitti.

Leggi anche —> Rapporto ISPRA sulla qualità ambientale: Brescia la città più inquinata

Chi è Greta Thunberg e cos’è lo Sciopero Globale per il futuro del 15 marzo

Ma chi è Greta Thunberg, la giovanissima proposta per il Nobel della Pace? La 16enne ha messo in piedi una protesta assidua e continuativa che si è tenuta ogni venerdì davanti al Parlamento svedese, al fine di sensibilizzare i cittadini e la comunità politica sulle questioni climatiche. Greta Thunberg ha poi avuto la possibilità di intervenire al vertice sul clima per le Nazioni Unite in Polonia e al forum di Davos. Dall’esempio della neo-proposta per il Nobel della Pace, moltissimi giovani italiani ed europei hanno tratto ispirazione: saranno gli stessi, domani 15 marzo, a scendere in piazza per lo “Sciopero globale per il futuro” in oltre 105 Paesi.

A scioperare però, saranno anche gli adulti, invitati a prendere parte alle manifestazioni per diffondere il messaggio d’emergenza in cui si trova il nostro pianeta. La protesta si è diffusa anche in Italia grazie a GreenPeace, dopo che nello scorso autunno una tempesta ha sradicato alberi e provocato vittime in Val Visenda. Secondo l’associazione, anche il cosiddetto “governo del cambiamento” non è attento alle tematiche dell’ambiente, nonostante le promesse in campagna elettorale.

Facebook Comments