Carabinieri: ecco la nuova Alfa Romeo Tonale super equipaggiata per le forze dell’ordine

I carabinieri italiani adesso potranno contare anche sulla qualità e sullo stile dell’Alfa Romeo Tonale. I militari di casa nostra hanno infatti appena ordinato ben 360 esemplari del nuovo SUV compatto, rivale di Audi Q3, Mercedes GLA e altre BMW X1.

Un sodalizio straordinario, all’insegna della qualità, dello stile, dell’efficienza. Un rapporto solidissimo, per non dire iconico, che rappresenta in fondo anche una fetta di storia culturale e sociale d’Italia. Stiamo parlando dell’Arma dei Carabinieri e dell’Alfa Romeo.

Alfa Romeo Tonale fonte adobe stock
Alfa Romeo Tonale fonte adobe stock

La Tonale è stata scelta nella sua versione “mild hybrid” da 160 cavalli, dotata di cambio automatico a doppia frizione. In totale, ci sono ordini per un valore di 30 milioni di euro.

Prima della loro consegna, i veicoli interessati saranno ovviamente adattati per le loro nuove missioni. In particolare, riceveranno armature leggere sul parabrezza e sui finestrini e protezione del serbatoio contro il rischio di esplosione.

Carabinieri e Alfa Romeo: un sodalizio storico che continua nel tempo

Non bisogna dimenticare, naturalmente, le tradizionali dotazioni come la barra luminosa e le sirene. Con uno scatto da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi e una velocità massima di 210 km/h, la Tonale, in versione Carabinieri italiani, offrirà prestazioni sufficienti per missioni diverse dall’intercettazione ad alta velocità.

In totale, ci sono ordini per un valore di 30 milioni di euro. Prima della loro consegna, i veicoli interessati saranno ovviamente adattati per le loro nuove missioni. In particolare, riceveranno armature leggere sul parabrezza e sui finestrini e protezione del serbatoio contro il rischio di esplosione.

Il passato non si dimentica: anche l’Alfa Romeo Giulia Giardinetta, la versione station wagon dell’elegante berlina, era estremamente rara. La Giulia è diventata, come negarlo, una costante nei film italiani degli anni ’60 e ’70, soprattutto nei cosiddetti film “Poliziotteschi”, al punto da diventare davvero iconica.

Come detto a storia dei Carabinieri con l’Alfa Romeo risale a 60 anni fa: iniziò nel 1962 con la Giulia dell’epocaOggi la Giulia – quella moderna, ovviamente – è ancora al servizio delle forze dell’ordine, proprio come la Stelvio, ma ora le due avranno anche la compagnia del nuovo SUV della casa milanese, appunto il Tonale.

Carabinieri e Alfa Romeo Tonale: tutto quello che c’è da sapere

Il totale di 360 esemplari ordinati dal Corpo dei Carabinieri lascerà la fabbrica su specifica indicazione dell’RMB (Radiomobili Nuclei di Comandi Provinciali). Ogni esemplare costa 68.652 euro tasse escluse e viene fornito con assistenza stradale per 6 anni o 150.000 chilometri.

Al momento non si sa quando inizierà la consegna di queste special del Tonale – che necessitano di modifica produttiva – per il corpo dei Carabinieri. Quello che è certo è che avranno il classico colore blu intenso del Corpo, con le caratteristiche strisce rosse sul corpo e la scritta Carabinieri a caratteri cubitali su entrambi i lati.

Le modifiche prevedono anche l’installazione di luci bianco-azzurre sul tetto, l’aggiunta di sistemi di comunicazione wireless, ma anche apposite custodie per l’armamento dei Carabinieri e per altri accessori utili, come le pale.

Come le altre Alfa Romeo dei Carabinieri, anche la Tonale riceverà dalla fabbrica l’aggiunta di parabrezza e vetri schermati a specifiche di sicurezza B4, un serbatoio antideflagrante, uno spazio limitato (cella) per il trasporto di un arrestato, centrale di comunicazione senza fili, luci di emergenza esterne e sirena. Insomma l’Alfa Romeo ha pensato davvero a tutto!