Quando arriva la tredicesima a dicembre? Tutte le date

A dicembre, pensionati e dipendenti vedranno arrivare in busta paga la tredicesima. Questa verrà erogata in momenti diversi del mese. Vediamo insieme le date, gli importi e come calcolarla.

Tra le tante novità positive che arriveranno a dicembre ci sarà anche la tredicesima. Questa è da sempre molto attesa dai dipendenti e pensionati. Anche se, l’erogazione non è uguale per tutti. Come ben sappiamo, la certezza è solo che per i pensionati è all’interno del cedolino di dicembre. Quindi, ad inizio mese.

Tredicesima
Fonte foto: Canva

Quando si parla di un accredito, la corsa a conoscere le date di erogazioni è sempre intensa. Come possiamo immaginare, bisogna fare delle distinzioni non solo tra lavoratori e pensionati ma anche tra settore pubblico e privato. Inoltre, la cifra non è mai uguale per tutti e viene stabilita dietro un opportuno calcolo.

Per l’economia generale sono momenti non propriamente semplice. Rimanendo in tema, alcuni pensionati rischiano seriamente di perdere la tredicesima. Di base, però, moltissime persone vedranno l’accredito della tredicesima. Se per i pensionati conosciamo tutti, per gli altri lavoratori fa approfondita la questione. Vediamo, dunque, tutti i dettagli di questo argomento.

Quando arriva la tredicesima per statali e privati?

Come abbiamo sottolineato in precedenza, la prima divisione va fatta tra chi lavora nel pubblico e chi nel privato. Per quanto riguarda i lavoratori del settore privato, l’erogazione dovrebbe avvenire verso il 15 dicembre. Anche se alcune aziende anticipano lo stipendio di dicembre al 19 o 20 del mese. Così da includere la tredicesima.

Spostiamoci sugli statali, per loro la data è fissa e seguono le norme date dal decreto legge 350/2001. Questo stabilisce che la tredicesima debba essere erogata nella prima metà del mese. Stesso termine anche per il cedolino NoiPA con relativo stipendio.

In genere, sono tre le date che danno vista a questa mensilità aggiuntiva. Il 14 dicembre per insegnanti di scuola materna ed elementare. Il 15 dicembre è il turno del personale amministrativo dalle direzioni del Tesoro con ruoli di spesa fissa. Mentre il 16 dicembre tocca al personale insegnante supplente temporaneo e altri dipendenti pubblici.

Come si calcola la mensilità aggiuntiva?

Quando si parla di tredicesima mensilità dobbiamo fare riferimento, in media, ad un dodicesimo della retribuzione lorda che si è ricevuta nell’anno di riferimento. Questa deve essere calcolata sui mesi effetti delle prestazioni lavorative. Un mese effettivo viene considerato quando un lavoratore svolge prestazioni per un minimo di 15 giorni.

Per fare un calcolo dobbiamo mettere in campo la retribuzione lorda mensile moltiplicata il numero di mesi lavorati. Il totale si divide per 12. Dal risultato di questa operazione dobbiamo, poi, ridurre il totale in base alle ritenute fiscali e previdenziali. In genere, il risultato è leggermente sotto alla mensilità piena.

Chi non riceverà la tredicesima?

Non solo ottime notizie ma ci sono anche quelle meno positive. Infatti, la tredicesima mensilità non verrà accreditata per chi ha ricevuto la pensione anticipata. Questo mancato accesso si realizza quando il dipendente chiede l’APE sociale. Si tratta di un anticipo della pensione possibile già a 63 anni. Questa sarà ricevuta dai 67 anni in poi, quando si è arrivati alla pensione di vecchiaia.

Altri esclusi troviamo chi riceve l’indennità di frequenza oppure minori titolari dell’invalidità civile. Esclusi anche chi riceve l’accompagnamento.