Truffa con i volti di Draghi e Meloni: spopola sui social, ecco come funziona

Sui social sta prendendo sempre più piede una truffa che mette in primo piano, a loro insaputa, Giorgia Meloni e Mario Draghi. La frode sta facendo sempre più vittime. Vediamo tutti i dettagli.

Il mondo delle truffe informatiche si dipinge di un nuovo e inaspettato capitolo. Una frode che sta diventando sempre più popolare vede, a loro insaputa, sia l’attuale Presidente del Consiglio che l’ex primo ministro. Questa truffa unisce due social che, per motivi diversi, sono molto utilizzati: Facebook e Linkedin.

Truffa Draghi e Meloni
Fonte foto: Ansa/Canva

Con l’avanzare delle tecnologie, i truffatori hanno preso sempre più piede. Nel corso del tempo, i tentativi sono sempre più cresciuti arrivando a toccare, come vedremo, anche autorità di un certo spessore. In questo caso, tutto parte da un annuncio che c’è su Facebook e che porta ad un articolo di Linkedin. Da qui, ci si trasferisce ad un portale Web. Ma meglio non arrivare a questo ultimo tassello.

Come ben sappiamo, le truffe possono toccare vari ambiti. Di recente, l’allarme è stato lanciato dall’INPS e riguarda una particolare comunicazione. In questo caso, invece, si parla di una truffa che si collega alle criptovalute e che sfrutta proprio personaggi noti. In questo caso vedremo Giorgia Meloni e Mario Draghi ma possiamo trovare anche Christine Lagarde, Presidente della BCE.

Truffa sulle criptovalute con il volto di Mario Draghi e Giorgia Meloni. La frode fa il giro del mondo

Questa truffa lancia la sua esca su Facebook e lo fa con un annuncio che sfrutta il volto dell’attuale Presidente del Consiglio. In caso di click, l’utente sarà trasferito su Linkedin alla presenza di un articolo scritto da tale “Financial Advisor” di nome Lindsey Hoolihan. Già dall’italiano non corretto dovremmo iniziare a capire che qualcosa non va. All’interno dell’articolo troviamo foto di Mario Draghi e Christine Lagarde. Alla fine del testo si vuole promuovere la criptovaluta ufficiale della BCE chiamata EuroCoin.

La particolarità di questa truffa è che nel mondo delle criptovalute esiste una che si chiama EuroCoin. Questa, però, non ha nulla a che vedere con la Banca Centrale Europea. L’articolo, inoltre, ci condisce con virgolettati di Draghi e Lagard, frasi che non sono mai state dette. A chiudere l’articolo anche false dichiarazioni di Giorgia Meloni. Dentro troviamo altri link che portano tutti allo stesso portale. Qui viene richiesta una registrazione e viene proposto l’acquisto di questa moneta virtuale. Tutto promettendo dei guadagni.

Da quando notato sulla pagina della “Financial Advisor” si vede come abbia pubblicato 3 articoli su Linkedin. Il primo in italiano, il secondo in spagnolo con all’interno i rispettivi capi di governo e il terzo in tedesco. In questo, la criptovaluta sponsorizzata è quella di Meta. Infatti vedremo nell’articolo foto di Zuckerberg e il miliardario, fondatore Red Bull, Dietrich Mateschitz.