Instagram, è allarme sicurezza: il vostro profilo potrebbe essere a rischio

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Instagram è al centro di un serio problema di sicurezza. Si parla di un vero furto d’identità che fa perdere il proprio account. L’allarme è stato lanciato dall’Agenzia per la cybersicurezza.

Abbiamo sentito molte volte parlare della sicurezza che si dovrebbe avere tramite web. Questa è sempre messa a repentaglio anche se siamo all’interno di piattaforme vastissime e solo apparentemente sicure. In questo caso, a rischio sarebbero gli utenti Instagram tramite una truffa che sta prendendo sempre più campo.

Truffa Instagram
Fonte foto: Canva

Tra gli argomenti trattati quotidianamente ci sono le truffe. Queste possono avvenire in qualsiasi momento e possono essere innescate su qualsiasi piattaforma. La truffa di cui stiamo parlando è stata evidenziata dall’Agenzia per la cybersicurezza nazionale attraverso il Csirt, team che risponde in caso di incidenti. Secondo l’Agenzia, il social sarebbe al centro di una campagna malevola. Questa avverrebbe tramite tecniche di Social Engineering.

Le frodi, dunque, possono essere davvero ovunque. Di recente ha preso piede una comunicazione fasulla a nome dell’Agenzia delle Entrate. Segno di come gli hacker possano utilizzare davvero qualsiasi strada. In questo scenario, la strada utilizzata è quella che abbiamo conosciuto su WhatsApp. In quel caso, il criminale voleva capire il codice di verifica.

Truffa Instagram, è allarme: così vi rubano l’account

Anche Instagram in questi giorni è finito al centro di una pericolosa truffa. Tutto parte dal fatto che l’hacker proceda al reset delle credenziali. Questo perché la piattaforma invia un link che serve solo per quella occasione. Collegamento che porta ad accedere al proprio profilo. Dopo la richiesta, l’hacker contatta la potenziale vittima tramite chat di un account che è stato compromesso in precedenza.

Con ogni probabilità, il criminale non parlerà un italiano corretto e cercherà di farsi inviare il link che serve per accedere da un nuovo dispositivo. Nonostante sia processo abbastanza articolato, ci sono state molte vittime. Per questo motivo, l’Agenzia per la cybersicurezza ha consigliato, in prima battuta, di non concedere codici a altri utenti.

Nel caso, invece, fosse troppo tardi allora dovremmo contattare i nostri contatti e informare di questa situazione. Dopo averlo fatto, bisogna attivare la procedura per gli account violati così da recuperare il profilo. L’Agenzia, inoltre, consiglia l’attivazione dell’autenticazione a due fattori. Con questa, per accedere, ci sarà bisogno di un’altra conferma ogni volta si vorrà entrare da un dispositivo non riconosciuto.

Insomma, la situazione è davvero delicata. Ogni utente, quindi, può diventare una potenziale vittima. Come detto, prestiamo attenzione a tutti i messaggi che ci arrivano così da capire subito il tentativo da parte degli hacker. Con l’autenticazione a due fattori, però, aumenta il tasso di tranquillità. Per questo motivo, attiviamola così da non avere alcun tipo di problemi.