Lutto nella musica, addio a Keith Levene: fondatore dei The Clash

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Terribile notizia per gli amanti della musica rock di tutto il mondo. È venuto a mancare Keith Levene, il fondatore del gruppo The Clash. La band ha fatto la storia del punk.

Nelle ultime ore è stato diramato l’annuncio della scomparsa di uno dei chitarristi più influenti al mondo. La sua musica ha attraversato intere generazioni di musicisti. In molti hanno iniziato a suonare guardando ed ascoltando lui. È ascritto tra i più grandi miti del punk. In molti lo hanno ricordato sui social, dove si leggono messaggi di cordoglio e di omaggio.

Keith Levene morto
fonte foto: AdobeStock/Ansa

In queste ultime ore sta circolando la notizia della scomparsa di Keith Levene, membro fondatore del gruppo The Clash, ma anche il chitarrista dei Public Image Ltd. A dare la notizia è stato un suo amico stretto, annunciando la scomparsa dell’artista a 65 anni. Possiamo dire con certezza che è stato uno dei musicisti più influenti di tutti i tempi. In grado di coinvolgere generazioni di ragazzi.

Ricordiamo che Levene è stato uno dei fondatori dei The Clash insieme al chitarrista e cantante Mick Jones. La band è stata formata negli anni ’70, ma Keith ha deciso di andare via e lasciare i suoi compagni appena prima del grande successo globale. In seguito si è unito ai Public Image Ltd, anche conosciuti come PiL. Si tratta di una band post-punk fondata da John Lydon.

Keith Levene dei The Clash: come è morto?

La notizia della scomparsa di Keith Levene è arrivata per mano dello scrittore Adam Hammond, grande amico del chitarrista. È stato proprio lui a comunicare a tutti che l’ex fondatore dei The Clash è venuto a mancare in Gran Bretagna. L’evento è successo nella giornata di venerdì 11 novembre ed ha messo sotto shock tutti gli appassionati di musica punk che lo hanno visto all’opera.

In merito alle cause della morte, è stato riportato che il chitarrista stava combattendo da due anni contro un cancro al fegato che non gli ha lasciato scampo. Nonostante ciò, la morte è stata inaspettata, si legge sul portale della BBC. Tantissimi sono i messaggi dei fan che sono arrivati poco dopo l’annuncio. Dove in molti lo hanno ricordato per il grande chitarrista che è stato, in grado di dare lustro alla musica punk tra gli anni ’70 e ’80.

Levene, dopo aver lasciato i The Clash ed essersi unito ai Public Image Ltd, lascia questi ultimi nel 1983. Anche se continua a scrivere e collaborare con loro. In seguito si è trasferito a Los Angeles e, nel corso della sua brillante carriera, ha lavorato con i Red Hot Chili Peppers e numerosi artisti hip hop.

Dopo che è stata diffusa sul web e sui social la notizia della sua morte, in molti lo hanno omaggiato. Tra i suoi ex compagni di band si sono letti diversi messaggi di addio. Ad esempio il membro del PiL Martin Atkins ha sottolineato il “talento unico” che era Levene. Mentre l’ex bassista della band Jah Wobble ha ricordato la sua famiglia.