Forno elettrico, attenzione a quello che scegli: questo ti fa risparmiare

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Un forno elettrico è un elettrodomestico che consuma molta energia. Per questo bisogna fare attenzione a quale scegliere ed è importante sapere il modello che consuma meno e che fa risparmiare di più: ecco cosa sapere.

Prima di entrare a fondo nei passaggi da seguire per scegliere il miglior forno da cucina per risparmiare, la prima cosa che devi capire è che ci sono diverse tipologie. Generalmente i forni da cucina possono essere suddivisi in tre grandi gruppi: elettrici, a gas e a microonde. I primi sono i più comuni e anche quelli più dispendiosi a livello economico. Andiamo a capire quale scegliere.

forno elettrico
Fonte Foto Canta

Sappiamo molto bene che, il lockdown causato dal covid prima e la guerra in Ucraina poi sono state delle mazzate da un punto di vista economico per milioni di persone. In particolare, il conflitto nell’Est Europa ha creato una crisi energetica destabilizzante, con il conseguente record dei costi in vari settori. Con l’inverno alle porte, molte persone si stanno preoccupando dei consumi e di come risparmiare.

Sappiamo purtroppo che il forno elettrico è indispensabile, ma anche nella classifiche degli elettrodomestici che consumano di più. Esistono una molteplicità di tipi ed ognuno di questi influenza in modo diverso il prezzo e le prestazioni. Ma ci sono alcuni modelli che consentono di risparmiare, per questo è importante saper scegliere per bene.

Forno elettrico, quale scegliere per risparmiare in bolletta

Per risparmiare sulla bolletta, è meglio acquistare sempre degli elettrodomestici a basso consumo energetico. Una norma che vale per tutti, sia per questioni economiche che ambientali. In questa cerchia di certo fa parte anche il forno elettrico. Per scegliere correttamente il forno è opportuno guardare l’etichetta della classe energetica. Il valore va da A fino a G: dove la A ha un livello più alto, mentre G ha il più basso.

La preferenza del forno dipende principalmente dalle esigenze delle persone. Gli appassionati di cucina o chi magari lo usa tutti i giorni, o quasi, di sicuro si rivolgeranno ad un forno multifunzione da incasso di grande capacità. Di tanto in tanto, gli chef possono scegliere un forno combinato compatto, che è sufficiente.

Dopo aver determinato l’attrezzatura necessaria e come utilizzarla, prestare attenzione al consumo energetico. E quindi all’etichetta energetica che indicherà quali forni consumano meno energia in base a molti criteri. Questi dipendono dallo spessore del vetro, dal tempo di riscaldamento, dalle capacità di cottura, dalla potenza, dalle dimensioni, ecc.

Ricorda che in media, un forno consuma tra 0,7 e 1 kWh all’ora. In altre parole, usare il forno per 4 ore a settimana ti costerà all’incirca 30 euro per un anno. Possiamo anche considerare che 3 ore di cottura a 180°C equivalgono a circa 0,45 cent. La cottura ventilata permette di riscaldare più pietanze contemporaneamente. In questo modo si risparmia tempo e si accende il forno per un tempo più breve.