Bonus Tv, arrivano cattive notizie: fondi esauriti, la situazione

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il bonus Tv è un incentivo legato al cambiamento delle frequenze del digitale terrestre. I fondi, per, sono esauriti. Cosa succederà? Lo scenario non è positivo.

Ci sono tanti bonus che sono stati richiesti dai cittadini italiani. Come sappiamo, tutto è legato dalla disponibilità dei fondi. Una volta finite le risorse, si deve ragionare in altro modo. In questo particolare caso, il bonus Tv ha visto i propri fondi terminare.

Bonus Tv
Fonte Foto Canva

Il bonus Tv è stato un incentivo messo in atto dal Governo per sostenere il passaggio alla nuova Tv digitale. Tanti, infatti, hanno approfittato dell’incentivo per cambiare il televisore oppure semplicemente il decoder. Un cambiamento che incide soprattutto chi ha dei dispositivi obsoleti. Come detto, però, i fondi sono esauriti prima della data di scadenza dell’incentivo.

Quando tutto è legato ai fondi, la velocità è davvero tutto. Il rischio di perdere l’accesso all’incentivo è altissimo. Infatti, in questo caso molti cittadini sono certamente rimasti fuori dall’agevolazione. Cosa che rischia di gettare molti ancora più nella difficoltà. A maggior ragione dopo il 20 dicembre 2022, data in cui ci sarà il nuovo passaggio. Vediamo, quindi, cosa accadrà dopo questa data.

Fondi esauriti per il bonus Tv, cosa accade? Lo scenario dopo il 20 dicembre

Dal Mise si apprende come tale bonus sarebbe stato possibile fino al 31 dicembre 2022. Oppure fino a quando i fondi erano presenti Con i fondi esauriti le cose cambiano dato che, con ogni probabilità, bisognerà aspettare la Legge di Bilancio del prossimo anno. Come detto, il 20 dicembre ci sarà il definitivo switch-off con la completa dismissione della codifica MPEG-2.

Dal giorno dopo, tutte le trasmissioni saranno eseguite solo ed esclusivamente in MPEG-4. Questo passaggio sarà importante per i cittadini. Chiunque non avesse un dispositivo in grado di ricevere tale segnale, non potrà vedere la televisione. Un rischio che rende ancora più pesante questo passaggio tramite l’impossibilità di richiedere tale agevolazione.

Da sottolineare come non molti cittadini hanno bisogno di tale bonus. Una delle possibilità è quella che il governo dia il via a nuove risorse in merito. Anche se, come possiamo intuire, i problemi non mancano di certo. Il rifinanziamento sarebbe possibile solo con la nuova Legge di Bilancio. Si parla di altri 100 milioni di euro ma che entrerebbero in scena solo dopo lo switch-off definitivo.

Per i cittadini che volevano avere accesso a tale bonus, dovranno attendere. Sarà compito del nuovo governo, infatti, valutare e prendere una decisione in merito. In caso di nuovo rifinanziamento, i criteri saranno gli stessi. Agevolazione, quindi, che si legherebbe alla propria certificazione ISEE. Quest’ultima, però, potrebbe subire delle importanti modifiche sul calcolo. In attesa della decisione, si può approfittare del bonus decoder. Questa misura è nata grazie al Mise e a Poste Italiane.