Grave lutto nella musica, tragica perdita: era il più amato, fan distrutti

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

È venuto a mancare in queste ultime ore uno dei più grandi artisti degli ultimi anni. Era uno dei cantanti più amati di sempre: ecco di chi si tratta e che cosa è successo.

Un altro terribile lutto colpisce all’improvviso lo spazio discografico mondiale. Nelle ultime ore si è rapidamente diffusa la notizia della scomparsa di uno dei leader che ha fatto la storia della musica insieme alla sua band. Un artista in grado di abbracciare diversi decenni e farsi apprezzare da generazioni intere. Tanti fan gli hanno dedicato un ultimo saluto sui social, dove sono apparsi increduli.

lutto musica
fonte foto: AdobeStock

Un annuncio ha lasciato senza parole i fan del gruppo hard rock scozzese Nazareth. Questo perché il suo storico leader Dan McCafferty è venuto a mancare nelle ultime ore. È stato uno dei membri fondatori della band con la quale rimase insieme fino al 2014. È stato poi costretto a lasciare il gruppo e la musica quando gli è stata sviluppata una condizione polmonare che rendeva difficile la respirazione.

Il leader del gruppo era noto per la sua voce roca in tanti classici degli anni ’70 che ancora oggi vengono ascoltati. Parliamo di brani come Broken Down Angel, Hair Of The Dog e Love Hurts. La sua morte, avvenuta all’età di 76 anni, è stata confermata dal bassista della band Pete Agnew. Per il momento nessuna causa di morte è stata rivelata ai media.

Lutto musica, morto Dan McCafferty: era il leader dei Nazareth

Dan McCafferty dei Nazareth
fonte foto: Ansa

La scomparsa di Dan McCafferty arriva dopo la morte di un cantante simbolo della sua generazione. In merito all’artista sappiamo che era originario di Dunfermline, in Scozia. I Nazareth si sono formati nel 1968, per mano proprio del suo leader. Prima di costituirlo, i membri principali della band, compreso McCafferty, si sono tutti fatti le ossa in una cover band chiamata The Shadettes.

A fargli fare il salto di qualità è stato Bill Fehilly, un milionario che ha deciso di finanziarli e gestire il gruppo che si era trasferito a Londra nel 1970. Dopo mesi di concerti in giro per la capitale, le esibizioni dal vivo di McCafferty hanno catturato l’attenzione della Pegasus Records. Hanno firmato con la casa discografica nel 1971, con la quale hanno pubblicato i loro primi album.

Ma è stato nel 1974 quando il brano Hair of the Dog ha stabilito i Nazareth come una band popolare a livello internazionale. Con la title track che è diventata un punto fermo della radio rock degli anni ’70. Sebbene le classifiche non sono state troppo generose con loro negli anni ’80 e ’90, i Nazareth sono rimasti un gruppo noto. Tante sono state le tournée in Europa, in particolare in Germania.

Hanno continuato a fare la loro musica ed essere un punto di riferimento per il genere hard rock. McCafferty è stato poi costretto ad andarsene nel 2014 dopo aver sviluppato una broncopneumopatia cronica ostruttiva. Tuttavia, ha continuato a registrare in studio e ha pubblicato il suo ultimo album da solista Last Testament nel 2019, anche se non ha fatto più live.