Iva Agevolata, puoi usufruirne anche tu: scopri come e per quali prodotti

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Da anni, non solo in Italia, ma anche a livello europeo, si cerca il complesso bandolo della matassa per districare il complesso intreccio burocratico, nonché le pesanti conseguenze economiche, relative al pagamento dell’Iva. Non si fa che parlare di estendere l’iva agevolata e di ridurre la pressione fiscale.

E’ noto che l’Italia è un paese con una pressione fiscale altissima e il dibattito politico fin ora non ha risolto l’annosa questione del “macigno” dell’iva.

IVA AGEVOLATA
Fonte Foto Canva

E’ anche vero che per alcune categorie di cittadini, come ad esempio i disabili che rientrano nei criteri della Legge 104, esistono agevolazioni sull’iva, ma non è affatto chiaro quali siano i beni che rientrano in questo articolato meccanismo.

Nel luglio 2007 la Commissione Europea ha presentato una comunicazione sugli effetti della differenziazione tra le varie Aliquote IVA al Consiglio e al Parlamento europeo, basate su uno studio di Copenhagen Economics.

Lo studio si è concentrato principalmente sull’effetto dell’IVA differenziata sui servizi ad alta intensità di manodopera. Da allora, il dibattito si è esteso ai beni rispettosi dell’ambiente.

Inoltre, il nostro Governo, da settimane, in piena crisi economica, oltre alle campagne dei bonus, discute alacremente su come ridurre l’iva per i cittadini.

Iva agevolata: il dibattito in seno alla Commissione Europea

Qualche Stato membro ha chiesto la possibilità di applicare aliquote ridotte alla fornitura di prodotti che hanno una valenza di utilità per l’ambiente, non ultimo gli elettrodomestici ad alta efficienza energetica che hanno bassi consumi e ridotto impatto ambientale.

Il dibattito, ancora in corso, suggerisce che l’attuale applicazione di aliquote ridotte in aree che possono avere un impatto negativo sull’ambiente, in particolare incoraggiando il consumo di energia, dovrebbe essere rivisto.

Il focus di questo articolo è quindi sul potenziale utilizzo dell’IVA ridotta sui beni rispettosi dell’ambiente e sull’attuale applicazione dell’IVA ridotta sui consumi energetici da parte delle famiglie. 

Tutto questo non può che trovare uno straordinario riscontro di interesse, visto che la crisi economica mette in ginocchio famiglie e imprese, e ogni possibile forma di agevolazione è sicuramente una boccata d’ossigeno a cui non si dovrebbe rinunciare.

Elettrodomestici a basso consumo: chi può usufruire di iva agevolata oggi?

Sono in molti a chiedersi se è possibile acquistare lavatrice, lavastoviglie e frigorifero con IVA agevolata. La questione diventa sempre di più stretta attualità.

Non esiste in Italia una normativa chiara in merito. Mentre in Paesi come Inghilterra e Irlanda si fa riferimento all’età, over 60, o alle proprie condizioni di salute, in Italia la legge evidenzia solo la posizione di chi rientra nei criteri della 104.

Ma come noto, solo di fronte ad una disabilità permanente riconosciuta dallo Stato potrai usufruire di un sostanzioso sconto sull’iva.

Ma addirittura non tutti coloro che rientrano nella triste categoria dei disabili ne hanno diritto, ma solo di fronte ad uno stato di invalidità totale, determinati elettrodomestici possono essere acquistati con una detrazione IRPEF del 19% e l’IVA agevolata al 4% anziché del 22%.